mercoledì 10 febbraio 2010

Un'analisi di Cell Therapeutics (Usa)




Quest'oggi apro una piccola parentesi su Cell Therapeutics. Forse molte persone non conoscono questo titolo ma è uno dei più scambiati sulla borsa di Milano. Chi lo segue giornalmente è abituato a vedere delle notevoli oscillazioni su questo titolo. Nei giorni scorsi sono arrivate delle notizie su un farmaco in fase di sperimentazione: il Pixandrone. Il comunicato della Reuters è stato questo: 
La Food and Drug Administration ha diffuso un documento in cui blocca la sperimentazione del pixantrone, prodotto di punta della società biotecnologica per la cura del linfoma non-Hodgkin's.

La decisione è motivata da dubbi su effetti collaterali che includono "caratteri di tossicità ematologica e cardiaca"Nel documento della Fda - preparato in vista di un incontro con un panel consultivo - si legge che lo studio di Fase III del pixantrone "ha reclutato molti meno pazienti di quanti pianificati". Lo studio è stato bloccato a meno del 50% dell'iter progettato.


I dati, conclude il documento, suggeriscono che pixantrone è tossico per il cuore, ma non si possono trarre conclusioni sulla tossicità relativa ad altri aspetti.
Cti scrive che pixantrone mostra maggior efficacia di farmaci comparabili con "(rischi di) tossicitò gestibili".


Tale farmaco potenzialmente potrebbe rappresentare una cura molto importante  per il cancro e la società spera di riuscire a commercializzarlo già a partire dai prossimi mesi. Inutile sottolineare che se il prodotto venisse commercializzato è lecito aspettarsi balzi di questo titolo anche del 100-200%. Facendo un'analisi tecnica sul titolo quotato a New York, si può notare che a seguito di questa notizia il titolo è crollato creando un gap nei prezzi molto rilevante. Le quotazioni sono passate da 1,06 dollari a 0,53 in pochi minuti nei giorni scorsi. Da li però il titolo ha reagito ed è rimbalzato fino a 0,77 dollari (prezzo attuale). Nei prossimi giorni sarà importante la tenuta di quota 0,75 dollari per cercare di riportarsi a quota 0,84 dove transita una importante resistenza. In caso di ulteriore allungo il titolo potrebbe portarsi fino a quota 0,93 dollari. Al contrario in caso di nuove ondate di vendite, i primi supporti transitano in area 0,70 e successivamente a quota 0,64. Violato anche questo livello sarebbe possibile un ulteriore discesa fino a 0,53 dollari. In questi giorni penso si possa fare qualche scommessa su questo titolo, investendo magari piccole cifre e utilizzando degli stop loss vicini.  In attesa di nuovi comunicati dalla Food and Drug Administration e da parte della società speriamo che questo farmaco possa realmente essere utile alla sopravvivenza dei numerosi malati di cancro nel mondo. 
Per chi fosse interessato vi lascio il link della società: http://www.celltherapeutics.com/


3 commenti:

  1. CHE GAPPPONE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    ROARRRRRRRRRRRRRR da Perugia!

    RispondiElimina
  2. cell therapeutics è uno dei peggiori titoli del mondo

    RispondiElimina
  3. comunque è chiaro che il mio è un giudizio del 13-9-2011, mentre l'analisi è del 2010.

    RispondiElimina