lunedì 29 novembre 2010

Torna la paura per i Piigs e le borse crollano

Giornata a dir poco pesante quella di oggi in borsa. Quando manca circa un'ora alla fine delle contrattazioni l'indice di Milano lascia sul terreno il 2,20% a quota 19400 punti. 
A trascinare al ribasso le borse come al solito ci hanno pensato i Piigs. Nonostante il salvataggio dell'Irlanda gli attacchi speculativi sono andati avanti e hanno puntato il dito su altri paesi più succulenti:
Ecco qualche grafico dei Cds :


Questo è il grafico dei Cds italiani che ora vengono scambiati a 232 punti, il 7% in più di ieri. A spaventare gli investitori è stato l'esito di una asta di titoli di stato italiani come riporta Wall Street Italia: 
Con l'asta di oggi, i rendimenti sono in rialzo su tutti i Btp e Cct. In particolare sul Btp decennale il rendimento lordo torna sopra il 4% attestandosi al 4,43% con un rialzo di mezzo punto percentuale rispetto all'asta precedente. Stessa dinamica per il Btp triennale con un rendimento che si attesta al 2,86% mentre sul cct rendimento lordo in aumento al 2,30%. Domanda non molto robusta. Per il Btp decennale la richiesta e' ammontata a 3,815 miliardi a fronte di 2,99 miliardi assegnati. Sul triennale la domanda ha sfiorato i 3,5 miliardi mentre l'importo assegnato e' stato 2,5 miliardi e per il cct a 7 anni richiesti 1,848 miliardi mentre l'importo assegnato e' stato 1,339 miliardi. Interessante osservare anche l'andamento della domanda. Il bid to cover ratio e' stato nel primo caso di 1.27 volte, in calo dall'1.41 dell'emissione precedente. Per i bond che giungeranno a maturazione nel 2013 il rapporto e' stato di 1.38 volte, piu' di 1.34 del 28 ottobre. "La domanda per entrambe le tipologie di titoli e' stata decente ma non eccezionale", ha commentato a Bloomberg Annaliza Piazza, analista specializzata nel fixed income per Newedge Group.

Questo secondo grafico invece riguarda i Cds del Belgio che quest'oggi sono saliti a quota 177 punti in rialzo del 10% da ieri. Insomma la macchia d'olio dei Piigs si sta allargando ad altri paesi.Il Belgio è davvero la novità degli ultimi giorni...







Questo invece è il grafico dei Cds del Portogallo, che ha raggiunto un nuovo record a quota 537 punti in rialzo del 7% da ieri. La situazione del Portogallo si sta facendo seria e credo che nei prossimi giorni sentiremo parlare oltre che del salvataggio della Grecia e dell'Irlanda anche del salvataggio del Portogallo. 

La situazione si fa davvero seria, e non vedo soluzioni a portata di mano per le varie istituzioni. La volatilità sui mercati è tornata a crescere violentemente e credo che se ci saranno delle opportunità di acquisto, saranno di breve periodo e a titolo puramente speculativo. 
Prestate molta attenzione nei prossimi giorni. 


Nessun commento:

Posta un commento