lunedì 26 dicembre 2011

Il punto della situazione sui listini Americani ( Dow Jones, Sp500 e Vix)


Dopo Natale torniamo ad occuparci di mercati finanziari, di trend e delle possibili evoluzioni dei listini internazionali in quest'ultima settimana borsistica del 2011. Il grafico sovrastante mostra l'andamento dell'indice Dow Jones nell'ultimo anno. Dopo aver toccato un minimo attorno ai 10500 punti ad ottobre, l'indice americano è stato in grado di recuperare velocemente terreno negli ultimi due mesi per portarsi a quota 12294 punti di venerdì scorso. La chiusura al di sopra della media mobile a 200 giorni e sui massimi settimanali è sicuramente un segnale incoraggiante per le prossime sedute.L'eventuale rottura della resistenza posta in area 12300 punti (segnalata dalla linea orizzontale bianca) potrebbe innescare un'accelerazione rialzista delle quotazioni con target primario a quota 12500 punti e successivamente a 12750 punti. 
Segnali positivi possono essere riscontrati, forse in maniera più evidente, nell'analisi grafica dell'indice SP500.  


In questo grafico la media mobile a 200 giorni (segnalata dalla linea blu) ha fornito segnali piuttosto puliti ed efficaci nell'ultimo anno e la chiusura al di sopra dei 1265 punti di venerdì scorso dovrebbe innescare un piccolo rally nelle prossime sedute con primi target a 1280 punti e successivamente a 1300 punti. Osservando il grafico con le Fibonacci fan si può osservare l'intonazione positiva del mercato negli ultimi tre mesi con l'indice americano che ha guadagnato oltre il 20% dai minimi di ottobre. 

Provando ad osservare un altro indice chiave come il Vix (comunemente chiamato indice della paura ma che in realtà esprime la volatilità dei prezzi) si possono riscontrare ulteriori conferme dell'intonazione positiva del mercato.
Infatti un ad un calo della volatilità dei prezzi sono associati rialzi azionari: dopo aver toccato un massimo vicino ai 47 punti nei primi giorni di ottobre, il Vix ha intrapreso un trend ribassista piuttosto accentuato che lo ha portato a lambire l'importante supporto dei 20 punti nella seduta di venerdì. L'eventuale rottura al ribasso di questo livello potrebbe rappresentare un ottimo segnale rialzista per i listini azionari Dow Jones e SP500 per le prossime settimane.


Nessun commento:

Posta un commento