mercoledì 25 aprile 2012

Milano in rimonta chiude in rialzo, forse è tempo di acquisti.


Si sa in borsa ogni giorno è diverso da quello precedente e a volte tutto può cambiare rapidamente nel giro di poche ore. La giornata di oggi è stata emblematica in tal senso. Dopo una apertura in netto rialzo l'indice italiano Ftse Mib era letteralmente precipitato nel primo pomeriggio per poi recuperar terreno e chiudere vicino ai massimi di seduta in rialzo del 2,48% a quota 14192 punti. La volatilità è stata estrema anche oggi ma rispetto ai crolli dei giorni scorsi c'è qualche spunto grafico più interessante.
1) Partiamo dallo Spread tra Btp e Bund tedesco. 


Dopo aver toccato un massimo odierno in area 408 punti base, lo spread ha accusato nelle ultime ore un deciso calo per chiudere a quota 394 punti base. Come si può osservare dal grafico di sopra è stata tagliata al ribasso la media mobile a 15 periodi su base oraria il che ci lascia sperare che nella giornata di domani lo spread dovrebbe stringersi attorno ai 390 punti base ed eventualmente anche a 380 punti base. 

2) Come secondo grafico va evidenziato il seguente andamento del Btp Future:


Negli ultimi giorni il BTP future ha accusato dei cali piuttosto marcati ma l'importante supporto passante in area 100-99,80 ha tenuto molto bene e sembra in corso un recupero dei livelli precedenti. Il tal senso si potrebbe valutare l'opportunità di effettuare degli acquisti da mantenere per qualche giorno/settimana ma con stop loss obbligatorio al di sotto dei 99,70 punti. 


3) Ftse Mib :


Il doppio minimo odierno in area 13800 punti e la tenuta di questo importantissimo supporto ha innescato un pronto recupero delle quotazioni, dovuto in parte ai violenti cali dei giorni scorsi. Osservando il grafico su candele orarie si può scorgere un rallentamento dell'ondata ribassista e il taglio rialzista del macd (rappresentato al di sotto del grafico dei prezzi, linea verde su quella rossa) ha innescato il rally pomeridiano. Tuttavia il trend principale rimane ancora ribassista (come risulta evidente dalla permanenza dei prezzi al di sotto della media mobile a 100 periodi disegnata con una linea blu ). Per domani si prospetta un avvio in rialzo per il nostro listino che potrebbe tornare attorno ai 14400 punti e successivamente sull'importante resistenza statica e dinamica dei 14500 punti. Soltanto il superamento di tale livello e di conseguenza della media mobile a 100 periodi potrebbe essere interpretato come un segnale positivo di breve/medio periodo con possibili target a 14600, 14800 e infine 15000 punti. 
Al contrario qualora le quotazioni non dovessero riuscire a riportarsi oltre questi livelli il rimbalzo odierno potrebbe essere ricoperto molto velocemente con il listino italiano che potrebbe tornare sul supporto dei 14000 punti e successivamente dei 13800 punti. 




Nessun commento:

Posta un commento