lunedì 8 febbraio 2010

Finalmente un rimbalzo per Milano


Giornata da forti emozioni quella di oggi in borsa. Dopo un'apertura positiva di quasi un punto percentuale l'indice Italiano è sceso nel corso della giornata in maniera sensibile sotto i colpi di un attacco speculativo. Nel minimo odierno ( 20465 punti) l'indice Ftse Mib perdeva 1,7% mentre nel resto d'europa i cali erano più contenuti. Titolo bersagliato dalle vendite è stato Unicredit .Il titolo è arrivato a perdere anche il 4% dopo le indiscrezioni che la banca Italiana ha deciso di ritirarsi dal mercato finanziario ellenico, cessando completamente le operazioni di credito e non accettando  più alcun tipo di collaterale dei greci. La decisione di Unicredit segue quella di Deutshe Bank, (Fonte wallstreetitalia) e desta molte preoccupazioni sulla situazione Greca. I Cds a 5 anni della Grecia quest'oggi sono balzati a 440 punti.... Nel finale di giornata la situazione è migliorata e nonostante ci fosse un'alta volatilità l'indice italiano è riuscito a chiudere in rialzo dello 0,59% a 20938 punti. Il recupero odierno fa ben sperare per domani. Stamane sono entrato lungo sull' Etf Leverage, vedi operazioni condivise, visti gli elevati livelli di ipervenduto raggiunti. L'ideale sarebbe stato entrare attorno ai 20500 punti di indice ma con il senno di poi è sempre facile parlare. Da un punto di vista tecnico quest'oggi si è configurata una tipica figura di inversione, quella del V Reversal bottom e la chiusura vicino ai massimi giornalieri è sicuramente un buon segno. Se dovesse realizzarsi questa inversione domani il mercato dovrebbe tornare rapidamente attorno alla resistenza posta a 21050 punti e successivamente fino a 21200 punti. In caso di un rimbalzo importante le successive soglie di resistenza transitano attorno ai 21400 punti e 21600 punti (dove transita la media mobile a 200 periodi). In caso di nuovi ribassi, al contrario i primi supporti transitano a  20820-20800 punti  e successivamente in area 20600 punti. Qualora ci siano crolli violenti è possibile un ritorno sui minimi odierni attorno a 20450 punti, ipotesi abbastanza difficile dopo il recupero odierno.   


Nessun commento:

Posta un commento