giovedì 11 marzo 2010

Lieve ribasso per Milano ma l'incertezza rimane

Ancora molta indecisione per i listini azionari. Il dato sui sussidi di disoccupazione è risultato peggiore delle attese a quota 462 mila unità e  ha lasciato gli investitori abbastanza perplessi sull'andamento economico americano. Wall Street rimane nella fase di profonda indecisione che la blocca ormai da 3 giorni. Il Ftse Mib ha chiuso la seduta odierna a quota 22540 punti in ribasso dello 0,43% dopo il netto rialzo di ieri. Da segnalare il balzo di Fiat, +1,8%, a seguito dei dati positivi sulle vendite e soprattutto grazie alla conferma dell'A.D. Marchionne fino al 2011. Deboli invece i bancari (Intesa -1,4% e Unicredit -1,1%). Il mercato aspetta una direzione da Wall Street e nel frattempo si è preso una salutare pausa di riflessione. Per quanto riguarda i dati macro domani sarà la volta dei dati sulle vendite al dettaglio in Usa a febbraio alle 14 e 30 (attesi a -0,1%) e la fiducia dei consumatori ( attesa a 74) alle 15 e 55. Non mi aspetto dati molto positivi ma nemmeno lontani dalle previsione degli analisti. 

Nessun commento:

Posta un commento