venerdì 9 aprile 2010

Downgrade per la Grecia ma Wall Street vola vicino agli 11 mila punti...

Poco prima della chiusura delle borse europee l'agenzia di Rating Fitch ha operato un Downgrade sulla Grecia passando da BBB+ a BBB- . L'istituto ha spiegato che tale mossa riflette le ulteriori incertezze sulla strategia di finanziamento del governo greco in un contesto di crescente volatilità sui mercati di capitali. Come se non bastasse ha espresso la possibilità di ulteriori Downgrade in futuro lasciando l'outlook negativo per il paese ellenico. Le sfide fiscali e l'aumentare del costo del debito sono i futuri problemi che il governo greco dovrà affrontare. Se ci sarà un altro downgrade , la classificazione dei bond greci passerà a Junk bond ( cioè spazzatura ) , un livello estremamente speculativo e molto rischioso. La situazione è molto delicata e nel giro dei prossimi 40 giorni potrebbe diventare critica : sono previste emissioni per circa 30 Miliardi di euro entro fine Maggio altrimenti saranno dolori per la Grecia. Le piazze europee in compenso hanno chiuso in netto rialzo la seduta odierna con rialzi oltre l'1%. Milano ha guadagnato 1,24% a quota 23103 punti, chiudendo sui massimi di seduta.  Wall Street prosegue tranquilla la sua corsa verso gli 11 mila punti (ora guadagna lo 0,40%) ma qualcosa si importante si sta vedendo sulle materie prime. Primo calo importante per il Petrolio (84,40 dollari), mentre l'oro, il bene rifugio per eccellenza è salito a 1161 dollari. In ripresa il Gas naturale (4,08) dopo essere tornato a testare quota 3,85 nella seduta di ieri. In ripresa anche lo Zucchero (16,30)  mentre sul fronte valutario l'euro è tornato ad apprezzarsi nei confronti del dollaro (1,347) e della sterlina (0,876).

Nessun commento:

Posta un commento