mercoledì 11 agosto 2010

Tornano le stelle cadenti.....Milano -3,20%

La notte di S.Lorenzo ha fatto splendere tante stelle cadenti ieri sera e molti di voi le avranno avvistate in spiaggia o in campagna, magari in dolce compagnia. Alle stelle di ieri oggi si è aggiunta la borsa di Milano che ha chiuso la seduta odierna in calo del 3,20% a quota 20579 punti.
Il crollo odierno è  piuttosto preoccupante e desta qualche perplessità sui rialzi delle ultime 2 settimane. La Fed ieri sera ha espresso le sue preoccupazioni sull'andamento dell'economia in america avvisando gli investitori che la ripresa economia è piuttosto labile e che la fiducia dei consumatori è in deciso calo nell'ultimo periodo . La disoccupazione rimane ancora ad un livello estremamente elevato e la Fed ha ammesso che saranno necessari nuovi stimoli per far ripartire il ciclo economico. In questo contesto i mercati europei sono crollati di schianto e anche l'euro è sceso sotto quota 1,29 contro il dollaro (si tratta del maggior calo da inizio 2010). In calo anche il petrolio scambiato attorno ai 78 dollari al barile. Grosso rialzo invece per il Vix  a 25,50(+15%) , parametro che indica la volatilità del mercato americano, detto anche l'indice della paura.
Sul fronte macroeconomico il dato odierno della bilancia commerciale americana è stato piuttosto negativo: -49,90B contro attese di -42B. Le esportazioni americane sono scese del 3,2% portando così il deficit commerciale al massimo degli ultimi 21 mesi. 
Questi numeri parlano da soli e mostrano in pieno la debolezza del ciclo economico americano. Oggi il mercato azionario ha finalmente aperto gli occhi sullo stato reale dell'economia e come al solito è crollato in modo violento.
Per quanto riguarda il nostro indice Ftse Mib, la chiusura sui minimi di seduta è un pessimo segnale. Durante tutta la seduta si è assistito ad un costante calo delle quotazioni che rafforza il downtrend iniziato da 3-4 giorni quando l'indice è stato respinto dalla resistenza dei 21600-21700 punti.
Per i prossimi giorni sarà importante la tenuta del supporto passante a  20500 punti in un primo momento e successivamente quello dei 20000 punti. L'eventuale rottura dei 20000 punti potrebbe favorire un accelerazione ribassista con target di 19500 punti ed eventualmente anche a 19000 punti.
Da sottolineare che il prezzo di chiusura rompe al ribasso molte medie mobili di breve periodo. Per il momento è meglio attendere prima di fare acquisti di lungo periodo anche perchè i prezzi si stanno muovendo al ribasso e rimangono ben lontani dalla media mobile a 200 periodi che transita in area 21800 punti. 

p.s. Cari lettori sono tornato dalle vacanze al mare e da oggi riprenderò ad aggiornare il blog quasi quotidianamente mentre dalla prossima settimana tornerò a scrivere costantemente. 

1 commento:

  1. HO HO HO !!!! GUARDA GIUSTO GIUSTO E' TORNATO IL PORTA IELLA ...

    IL MONDO VA AVANTI !!!!!!!!

    BUY

    RispondiElimina