mercoledì 8 dicembre 2010

Nel giorno dell'Immacolata Milano festeggia al rialzo

Chiusura brillante per piazza affari quest'oggi. Dopo un'avvio piuttosto negativo (-0,6%) l'indice Ftse Mib ha mostrato una certa tendenza rialzista per tutta la giornata e nel pomeriggio è riuscita ad allungare il passo chiudendo in rialzo dell'1,40% a 20393 punti. Il recupero dai minimi odierni sa quasi di miracoloso, ma oggi era una giornata quasi festiva e non devono sorprendere i rialzi di alcuni titoli del nostro indice. In particolare segnalo Banco Popolare +9,3%, Fiat +4%, Fondiaria sai assicurazioni +9,3%, Banca Popolare di Milano +3,4%, Unicredit + 2,4%. Il rialzo di oggi è da prendere con estrema cautela in quanto potrebbe trattarsi di una trappola rialzista per i prossimi giorni. Tuttavia va sottolineato che il nostro indice è stato il migliore d'europa oggi insieme all'indice Spagnolo. 

Ftse Mib +1,4%
Madrid +1,58%
Francia +0,52%
Germania -0,43%
Si avete letto bene, per una volta l'indice italiano ha fatto meglio del 2% rispetto all'indice tedesco. Se si tratti di una nuova ondata rialzista o di un segnale d'allerta  lo capiremo nelle prossime sedute.  
Sul mercato dei titoli di stato sembra essere tornata la calma: Lo Spread tra Btp decennale e bund tedesco è sceso a 155 punti base, in netto miglioramento dai 200 punti della scorsa settimana. 


Graficamente parlando la situazione tecnica migliora sensibilmente. La rottura al rialzo dei 20100 punti ha innescato degli acquisti significativi quest'oggi e ha portato le quotazioni rapidamente a quota 20400 punti. Dopo una ulteriore accelerazione verso i 20550 punti l'indice ha ridotto i guadagni nel finale chiudendo attorno ai 20400 punti. Per domani qualora i rialzi dovessero proseguire è probabile un ritorno in area 20550-20600 e in caso di ulteriori allunghi non escludo un arrivo in area 20800 punti. Al contrario in caso di ribassi i primi supporti transitano in area 20300 punti e successivamente a 20100. In caso di ulteriori ribassi le quotazioni potrebbero spingersi a 20000-19900 punti. 
(p.s cari lettori scusate se vi ho trascurato negli ultimi 2 giorni ma mi son preso un giorno di pausa anche io) 

2 commenti:

  1. Ma esiste davvero un ritorno alla fiducia sui mercati azionari, oppure sta arrivando la paura di un crollo dei corsi obbligazionari? Il T-bond tedesco sta aumentando a vista d'occhio!

    RispondiElimina
  2. ciao carlo, difficile dire al momento se si tratti di un ritorno alla fiducia o di altro. Personalmente credo che i problemi dei vari paesi europei non si risolvano in due giorni.. tuttavia molti parlano già del Rally azionario di Natale, che potrebbe essere iniziato dal 1 dicembre...vedremo come finirà. Nel dubbio meglio essere molto prudenti in queste 2 settimane che si separano dalla fine dell'anno.

    RispondiElimina