lunedì 17 gennaio 2011

Prime prese di beneficio a Milano

Dopo la furia rialzista delle ultime 4 sedute, sono scattate quest'oggi le prime prese di beneficio per la borsa di Milano. L'indice principale ha perso lo 0,54% a quota 21344 punti. A penalizzare il Ftse Mib è stato sopratutto il settore bancario ( banco popolare -3,2%, intesa e unicredit -0,7%) mentre come al solito fiat industrial è andata in controtendenza +2,7% sfiorando i 10 euro ad azione. 
Da un punto di vista grafico dopo aver realizzato un doppio massimo in area 21550 punti, il Ftse Mib ha iniziato a scendere durante la mattinata. La chiusura di Wall Street per festività non ha smosso le acque nelle ore successive. 
In caso di nuovi ribassi l'indice dovrebbe ritestare i minimi di oggi a 21280 punti e successivamente potrebbe spingersi anche a 21100-21000 punti. Guardando il grafico su base giornaliera si può notare che la rottura, nei giorni scorsi, dei 20700-20800 punti ha innescato degli acquisti importanti, dando finalmente una certa direzionalità al mercato. Tuttavia in area 21600-21700 punti transitano delle resistenze di lungo periodo molto significative che potrebbero ostacolare il percorso rialzista del nostro indice. 
L'eventuale  rottura di questi livelli darà dei segnali importantissimi per i prossimi mesi.
Guardando le candele non escludo un ritorno in area 21000-20800 nel breve periodo a causa dei livelli di ipercomprato raggiunti nei giorni scorsi. 
grafico-RSI-MACD-FTSE-Mib

Nessun commento:

Posta un commento