martedì 17 maggio 2011

Tornano le vendite a Milano: Ftse Mib -1,27%

Chiusura in deciso ribasso quest'oggi a piazza affari. Al termine delle contrattazioni il principale indice di milano ha chiuso in calo dell'1,27% a quota 21408 punti. 
Dopo un avvio in recupero, il Ftse Mib si era spinto fino alla resistenza dei 21800 punti (+0,4%) dalla quale però è stato respinto già nella tarda mattinata. Nel pomeriggio poi complice l'avvio in ribasso di Wall street la situazione si è gradualmente deteriorata fino alla chiusura vicino ai minimi di seduta. Dopo una fase di notevole indecisione sui mercati azionari, quest'oggi si è verificata una rottura tecnica molto significativa , quella dei 21500 punti, e a questo punto il trend sembra essere tornato decisamente negativo per il nostro indice e i prossimi obiettivi dovrebbero essere i 21200 punti e successivamente a 21000 punti. 
Da segnalare che in questi ultimi giorni ci sono stati mille falsi segnali quindi non mi sorprenderebbe che quello di oggi fosse un ulteriore falso breakout. 
Da un punto di vista macro vorrei segnalare qualche notizia del giorno : 


I 27 ministri delle Finanze dell'Ue, riuniti nell'Ecofin, hanno accettato la designazione formulata dall'Eurogruppo del Governatore di Bankitalia Mario Draghi alla presidenza della Bce. Ora la nomina ufficiale spetta ai capi di Stato e di Governo il prossimo 24 giugno, sentiti i pareri del Parlamento europeo e del Consiglio direttivo della stessa Bce.


I ministri delle Finanze dei paesi europei hanno inoltre deciso di approvare il pacchetto di aiuti al Portogallo da €78 miliardi per 3 anni, a condizioni che il governo attui una serie di riforme per ridurre le spese e velocizzi il processo di privatizzazione. Il prestito sarà diviso equamente tra l’European Financial Stabilization Mechanism, l’European Financial Stability Facility e il Fondo Monetario Internazione, con ognuno di questi che verserà €26 miliardi. 
Il Portogallo diventa il terzo paese europeo a ricevere aiuti, dopo i €110 miliardi alla Grecia nel maggio 2010 e gli €85 miliardi all’Irlanda nel novembre 2010.
Con questa mossa i ministri delle Finanze hanno di fatto aumentato a 726 Miliardi di euro il livello delle garanzie del fondo di salvataggio Efsf (European Financial Stability Facility). Ricordiamo che in passato i leader si erano accordati per una dotazione di 250 Miliardi portati successivamente a 440 miliardi..... 

Ultima notizia del giorno riguarda il gruppo Fiat che oggi ha chiuso in calo del 2,6% a quota 6,89 euro ad azione..

Ad aprile Fiat Group Automobiles ha subito un calo del 7,8%nelle vendite in Europa (Ue a 27 + Efta)  immatricolando 82.315 nuove vetture, contro le 89.277 di un anno fa. A marzo il gruppo torinese aveva registrato una flessione del 20% a 106.836 unita'. Nei primi quattro mesi del 2011 il Lingotto ha venduto 346.310 nuove vetture, segnando un ribasso del 16,6% rispetto alle 415.172 dello stesso periodo del 2010.

Ad aprile la quota di mercato di Fiat Group Automobiles in Europa (Ue a 27 + Efta) scende al 7,3%, contro il 7,6% segnato ad aprile 2010. Nei primi quattro mesi dell'anno la quota di mercato del gruppo torinese in Europa si attesta al 7,2%, in ribasso rispetto all'8,4% di un anno fa.

p.s. Piccola nota di ringraziamento per la donazione di davide, uno dei pochi  sostenitori attivi del blog. Grazie. 

Nessun commento:

Posta un commento