giovedì 19 maggio 2011

Wall Street ritorna a salire: Dow Jones +0,65%

 

Chiusura in deciso rialzo per la borsa americana. A fine seduta il Dow Jones è salito a 12560 punti in rialzo dello 0,65%, sp500 +0,88% a 1340 punti e Nasdaq +1,14% a 2815 punti . In questi giorni di scarsa direzionalità e di mille falsi segnali, forse solo il listino americano può essere ancora rappresentativo e indicare ancora un trend rialzista di fondo piuttosto importante. Infatti il Dow Jones dopo aver accusato qualche giorno di debolezza si era spinto fino a 12400 punti da dove poi è rimbalzato con vigore fino alla chiusura odierna a quota 12560 punti. A questo punto le prossime resistenze transitano in area 12600 punti e successivamente a 12700 punti. Lo scenario di breve periodo appare ancora di difficile lettura e nemmeno il vix ,l'indice della volatilità, fornisce chiari segnali a riguardo.  Al contrario in caso di nuovi ribassi i primi supporti transitano in area 12500 punti e successivamente a 12400 punti. 


(Clicca sul grafico per ingrandirlo) 

Per quanto riguarda l'indice Ftse Mib di milano la situazione appare molto più complessa. Infatti dopo vari giorni di ribassi e notevole indecisione, domani il listino potrebbe finalmente prendere una nuova direzionalità. Infatti la media mobile a 200 giorni ( quella in blu) segnala ancora una tendenza rialzista dei prezzi nel lungo periodo che lascia ancora qualche speranza di rialzi per le prossime sedute. Contemporaneamente l'Rsi è arrivato in area di ipervenduto, quindi è lecito aspettarsi un'imminente inversione tecnica. Molto difficile invece la lettura del Macd che oscilla attorno allo 0. 
Da vedere quale sarà la reazione dei listino milanese su questi livelli. L'eventuale rottura dei 21260-21300 punti potrebbe innescare vendite violente con target immediato a quota 21000 punti. Al contrario un ritorno al di sopra dei 21600 punti darebbe nuova linfa al Ftse Mib che potrebbe poi tornare a 21800 punti e successivamente a 22000 punti. In tale scenario i titoli bancari dovrebbero reagire piuttosto violentemente dopo le violente vendite degli ultimi giorni ma non escluderei nemmeno alcuni titoli industriali come Fiat e Saipem che hanno reagito piuttosto bene nelle ultime sedute.  



Nessun commento:

Posta un commento