mercoledì 6 luglio 2011

L'aumento del bollo sui conti titoli sarà un suicidio per i conti pubblici italiani


La nuova manovra 2011-2014 ideata dal ministro dell'Economia Giulio Tremonti rischia di essere un vero suicidio per i conti pubblici italiani per un unico fattore: l'aumento del bollo sui conti titoli

Attualmente si paga 8,55 euro ogni trimestre come bollo sul conto titoli, pari a 34,20 euro l'anno. 

Secondo quanto previsto dalla nuova manovra per il biennio 2011-2012 si passerà a 120 euro annui, (un rialzo pari al 250%) per il bollo sul conto titoli.   
Come se non bastasse dal 2013 in poi è previsto un ulteriore aumento ma verrà fatta una distinzione sul valore complessivo del deposito.
Chi avrà fino a 50.000 euro pagherà 150 euro di bollo annui. 
Chi avrà un capitale superiore a 50.000 euro pagherà la bellezza di 380 euro di bollo annui.  

Questi aumenti colpiranno in totale circa 10 milioni di italiani per un'ammontare complessivo di 8 Miliardi di euro

A mio avviso questo aumento sarà un vero suicidio peri conti pubblici italiani per un semplice motivo: gli italiani non compreranno più gli amati bot ,ctz, btp etc etc

Basta fare due conti per capire la follia di questa manovra: 
Il signor "mario rossi" ha un capitale di 20.000 euro e oggi vuole comprare un Bot con scadenza 30 dicembre 2011 che offre un rendimento annuo  dell'1,30%. In sei mesi realizzerà un guadagno lordo di 130 euro, a cui andranno sottratti 16,25 euro di imposta sostitutiva (del 12,5%), 38 euro di commissioni di negoziazione, 17,1 euro in bollo conto titoli e 17,1 euro in bollo conto corrente. 
130
-16,25 ( imposta sostitutiva)
-17,1 (bollo conto titoli per 6 mesi)
-17,1 (bollo conto corrente per 6 mesi)
-38 euro commissioni di negoziazione
= 41,55 euro di guadagno netto. 

Vediamo lo stesso esempio con la nuova tassazione del 2013

130 euro
-26 euro (imposta sostitutiva del 20% come prevede la nuova manovra)
-75 euro (bollo conto titoli per 6 mesi) 
-17,1 euro (bollo conto corrente per 6 mesi)
-38 euro di commissioni di negoziazione
= -26,1 euro 

Si avete capito bene, a partire dal 2013, con questo bollo non sarà più conveniente comprare titoli di stato (con questi rendimenti) con piccoli tagli e l'Italia rischia di incappare in una crisi di liquidità estremamente grave.
Oltretutto le cose non cambiano di molto anche per chi avesse in portafoglio 50.001 euro.Infatti, investendo questa cifra nello stesso bot, il signor rossi otterrebbe un guadagno lordo di 325 euro in sei mesi.

325 
-65 euro (imposta sostitutiva del 20% come prevede la nuova manovra)
-190 euro (bollo conto titoli per 6 mesi)
-17,1 euro (bollo conto corrente per 6 mesi)
-38 euro di commissioni di negoziazione
=
14,9 euro!!!

Non credo sia molto sensato bloccare 50.000 euro per 6 mesi per ottenere 15 euro di profitto....

In altre parole tutti i piccoli-medi investitori, dal pensionato che compra i bot, alla mamma che compra i btp per i propri figli per un ammontare massimo di 50.000 euro non saranno più interessati a comprare titoli del debito pubblico italiano....
Non a caso il mercato ha reagito malissimo a queste notizie, oltre che al declassamento del rating del Portogallo: 
Il rendimento dei titoli di stato a 10 anni ha raggiunto il 5,09% mentre lo spread tra titoli italiani e titoli tedeschi si è allargato al 2,17% ( vicino ai nuovi record storici). 


Spero che il ministro dell'economia ripensi a questa manovra altrimenti la situazione si farà rovente per i mercato azionario ed obbligazionario italiano. 







Nessun commento:

Posta un commento