martedì 19 luglio 2011

Scatta il rimbalzo: Ftse Mib +1,92%


Torna finalmente il segno verde a piazza affari dopo i crolli dei giorni precedenti. A fine seduta il Ftse Mib ha guadagnato 1,92% a quota 18229 punti. A trascinare al rialzo l'indice Milanese sono stati quest'oggi i titoli bancari, in particolare Intesa (+4,3%) e Unicredit (+4,6%). 


Graficamente la situazione appare in leggero miglioramento ma la chiusura al di sotto dei massimi di giornata mostra che gli investitori sono ancora indecisi sul da farsi. Vedremo domani cosa accadrà.

Da un punto di vista macro va segnalato il calo dello spread tra Btp e Bund tedesco a 10 anni a quota 305 punti base. Il rendimento del Btp decennale è sceso infatti a quota 5,73% dopo aver toccato il 6% nei giorni precedenti. 

A destare grandi preoccupazioni è invece la situazione Greca.
Quest'oggi il rendimento dei titoli di stato a 2 anni ha toccato il 39,02%. Siamo ormai vicini a dei livelli da fallimento.


 Ma la situazione appare molto complessa anche per il resto dei Piigs. 

Rendimento titoli di stato a 5 anni della Grecia: 21,68%
Rendimento titoli di stato a 10 anni della Grecia: 18,02%
Rendimento titoli di stato a 10 anni dell'Irlanda: 13,67%
Rendimento titoli di stato a 10 anni del Portogallo:12,63%
Rendimento titoli di stato a 10 anni della Spagna: 6,09%
Rendimento titoli di stato a 10 anni dell'Italia: 5,73%
Rendimento titoli di stato a 10 anni del Belgio: 4,34%

Totalmente diversa invece la situazione di Francia e Germania:

Rendimento titoli di stato a 10 anni della Francia: 3,35%

Rendimento titoli di stato a 10 anni della Germania: 2,68%


Da notare il calo del rendimento dei titoli tedeschi nell'ultimo periodo...

Nessun commento:

Posta un commento