martedì 9 agosto 2011

Tu chiamale se vuoi...... Inversioni.....

Giornata da ricordare quella di oggi per i mercati azionari internazionali. In Europa in mattinata è successo veramente di tutto: Dopo un'avvio in deciso rialzo (+2,3%) gli indici sono letteralmente precipitati.A un certo punto l'indice italiano Ftse Mib ha accusato un calo superiore al 3% ( minimo a 15135 punti) mentre Londra, Parigi e Francoforte perdevano quasi il 5%. Incredibile quanto successo al Dax tedesco che è passato da 5998 punti alle 9 e 10 minuti a 5500 punti alle 10 e 30 minuti per chiudere poi a 5917 punti. 
A fine seduta complice l'avvio in recupero dell'indice Dow Jones i listini europei hanno recuperato terreno e hanno chiuso in territorio positivo. Ftse Mib a +0,52% a 15721 punti. 
In serata il mercato ha festeggiato la decisione della Fed di mantenere i tassi di interessi inalterati fino a giugno 2013. A partire dalle 20 e 40 l'indice Dow Jones ha messo il turbo salendo di oltre 600 punti in poco più di un'ora. ( Sinceramente non avevo mai visto nulla di simile fino a questo momento). A mio avviso tale reazione indica che il mercato ha tutta l'intenzione di invertire questo trend ribassista di questi ultimi giorni.


Graficamente parlando, per quanto riguarda l'indice Sp500 sembra configurarsi una netta inversione di tendenza partita dalla tenuta del supporto a quota 1100 punti con primo target a quota 1200 punti e successivamente a 1250. 
Per quanto riguarda il nostro indice Ftse Mib i primi target transitano in area 16040 16200 e 16400 punti. Successivamente le prossime resistenze transitano in area 16800 punti e poi 17000. 
Come avevo scritto ieri, alcuni titoli industriali quest'oggi sono rimbalzati in modo aggressivo dai livelli di questa mattina ( Fiat e Saipem) e potrebbero continuare a salire anche domani. Attenzione anche a Unicredit e Intesa che potrebbero mettere a segno rialzi a doppia cifra dopo i crolli delle scorse settimane. 

Nessun commento:

Posta un commento