lunedì 3 ottobre 2011

I conti della Grecia non tornano


Gli ultimi dati macroeconomici della Grecia sono molto, molto preoccupanti. Secondo le ultime proiezioni depositate nella bozza di bilancio dal parlamento greco il Pil Greco segnerà a fine 2011 un calo del 5,5%, mentre nel 2012 dovrebbe attestarsi a -2,5% ( sarebbe il quarto anno di fila di recessione). 
Per quanto riguarda il debito la Grecia non riuscirà a raggiungere i target di bilancio per 2011 e 2012 concordati con Ue e Fmi per il proprio salvataggio. 
Infatti il ministero delle Finanze Greco prevede per l'anno in corso un deficit dell'8,5%, contro la stima precedente del 7,6%, mentre il per il 2012 il deficit sara' pari al 6,8% del Pil contro il 6,5% previsto. (Ancora una volta tutte le previsioni erano sbagliate e i conti sono risultati ben peggiori di quanto stimato).
Il rapporto Debito/Pil dovrebbe quindi salire al 161,8% a fine 2011 (personalmente credo che tale valore sia sottostimato di almeno il 3-4%) e salire successivamente al 172,7% nel 2012. 
Il tasso di disoccupazione dovrebbe invece portarsi al 15,2% nel 2011 e al 16,4% nel 2012.
Tali valori sono totalmente fuori controllo e credo che porteranno la Grecia a dichiarare Default entro la fine del 2011.   



1 commento:

  1. NON MANDERANNO MAIE POI MAI IN DEFAULT LA GRECIA , INVENTERANNO QUALCHE STRATAGEMMA MA IL DEFAULT MAI !!

    SALUTI

    RispondiElimina