lunedì 7 novembre 2011

Domani l'Italia si gioca il proprio futuro economico e politico


Questa sera non ho molto tempo da dedicare al blog e mi scuso con tutti i miei appassionati lettori, ma vi lascio con due grafici emblematici. Quello di sopra rappresenta lo spread tra Btp e Bund a 10 anni che quest'oggi ha toccato il nuovo record storico al 4,88% . 
Quello sottostante invece è il grafico del rendimento del Btp decennale che è salito fino al 6,66% verso fine seduta. Il punto di non ritorno del 7% è sempre più vicino e se domani l'Italia dovesse proseguire con questo governo ho paura che possa toccarlo già entro fine settimana. 
La reazione odierna di questa mattina (da -2,4% a +2,8% per il ftse mib nel giro di poche ore) sulle indiscrezioni delle dimissioni del primo ministro italiano  mostra piuttosto nettamente la sfiducia dei mercati sull'attuale governo. Non sarei sorpreso di un violento rialzo nella giornata di domani a seguito di un cambiamento politico per l'Italia. (In tal senso dovrebbero beneficiarne sopratutto i titoli bancari). 

Nessun commento:

Posta un commento