giovedì 26 gennaio 2012

Allarme Piigs!!!


Tranquilli non li abbiamo dimenticati... i Piigs sono sempre qui tra noi, e forse messi anche peggio rispetto all'ultima volta. Basta guardare i livelli dei CDS sottostanti:


Come si può osservare i CDS della Grecia a 5 anni quotano alla stratosferica cifra di 5255 punti, quelli del Portogallo ben 1551 punti, quelli dell'Irlanda a 624 punti, Italia a 418 e Spagna a 359 punti. Attenzione anche ai CDS dell'Ungheria che hanno raggiunto i 576 punti
A destare le preoccupazioni maggiori sono i rendimenti dei titoli di stato della Grecia e del Portogallo:

Il rendimento dei titoli a 1 anno della Grecia hanno raggiunto il 437%! Come già scritto negli articoli precedenti, a meno di provvedimenti straordinari dell'ultimo minuto la Grecia farà default entro il 20 marzo 2012. 


Quello che però inizia a spaventare è l'effetto contagio agli altri paesi periferici d'Europa. In particolare mi riferisco al Portogallo, che ha visto crescere al 14,8% il rendimento dei titoli decennali. Anche in questo caso la situazione è diventata insostenibile e credo che nel giro di 1 anno il Portogallo sarà costretto a dichiarare default. 


E non dimentichiamoci dell'Italia: Sebbene la situazione sia nettamente migliorata sulle scadenze a breve termine, su quelle a lungo permangono ancora notevoli difficoltà. Quest'oggi infatti il rendimento dei titoli decennali permane sopra il 6% ( 6,052%) valore tutt'altro che rassicurante per il lungo periodo. Oltretutto osservando con attenzione il trend di questa curva a partire da settembre si può osservare una chiara intonazione rialzista. A mio avviso soltanto il ritorno al di sotto del 5,5% potrà essere considerato come un chiaro segnale distensivo per lo scenario macroeconomico italiano.  
Per la cronaca domani ci sarà uno sciopero generale totale in italia ( mezzi pubblici, treni, etc) dopo il dramma dei giorni scorsi dello sciopero dei tir che sta paralizzando la produzione, i rifornimenti di benzina e i consumi alimentari degli italiani. Siamo proprio sicuri che il peggio sia alle nostre spalle? 



4 commenti:

  1. LEI E' UN DISFATTISTA !!!

    E.........RIBASSISTA !!!!!

    I MERCATI PRIMA O POI RIPRENDERANNO LA VIA DEL RIALZO , E ALLORA SARA' UNA COSA NOTEVOLE !!!!!

    RispondiElimina
  2. Sono realista, non disfattista, e i valori espressi dai grafici al momento mi fanno propendere per la cautela. Le prese di beneficio scattate quest'oggi su milano sono piuttosto emblematiche in tal senso. Per il resto mi auguro sempre il meglio per l'Italia e per l'Europa ma la realtà sembra alquanto diversa....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SI LA SITUAZIONE NON E' BELLA,PENSO PERO' CHE UNA SOLUZIONE SI TROVERA' NEL BREVE ALTRIMENTI BOOOOOOOOOOOMMMMM !!!!!!

      E IL BOOOOMMMM NON PIACE A NESSUNO NEMMENO ALLA CARA GERMANIA !!
      VEDIAMO COME SI METTE QUESTA SETTIMANA ORAMAI SIAMO ALLE STRETTE.

      BUONA NOTTE

      VITTORIO

      Elimina
  3. QUALCHE COSINA SI MUOVE !!!!!!!!

    CHE NE PENSA ?

    VITTORIO

    RispondiElimina