martedì 22 maggio 2012

Milano riparte dai supporti chiave...rimbalzo tecnico o inversione rialzista?


Chiusura in netto rialzo quest'oggi per la borsa di milano che ha chiuso le contrattazioni a quota 13456 punti in rialzo del 3,46%. Dopo aver toccato ieri mattina dei valori che non si vedevano da marzo 2009 (area 12800 punti) l'indice italiano è riuscito a recuperare rapidamente quota 13000 punti per allungare quest'oggi fino alla resistenza dei 13500 punti. Graficamente la reazione è piuttosto importante ma è ancora presto per poter parlare di inversione di lungo periodo. Infatti i prezzi si mantengono al di sotto della trendline ribassista tracciata nel grafico a partire da i 17000 punti toccati a marzo 2012. Per domani qualora venissero violati i massimi odierni l'indice dovrebbe andare a testare la resistenza passante in area 13600 punti e successivamente potrebbe portarsi sui 13800-13850 punti. Soltanto una chiusura al di sopra dei 14000 nelle prossime sedute riporterebbe un po' di serenità sul mercato azionario italiano per il medio-lungo periodo. 
A contrario in caso di nuovi ribassi i primi obiettivi potrebbero essere i 13400 punti e successivamente i 13200 punti. Un ritorno al di sotto di tale livello sarebbe alquanto preoccupante e potrebbe innescare ulteriori sell off con target a 13000 punti. 

Da un punto di vista macroeconomico va analizzato anche l'andamento dello spread tra titoli italiani a 10 anni e titoli tedeschi che è sceso quest'oggi a 408  punti base.  
Come si può osservare nel grafico sottostante, lo spread nell'ultimo periodo dopo aver sfiorato i 450 punti base è tornato a scendere con una certa convinzione per riportarsi quest'oggi a valori meno preoccupanti vicini al valore chiave dei 400 punti. Il ritorno al di sotto di questo valore sarebbe un fattore molto positivo per il comparto obbligazionario italiano e riporterebbe anche qualche investitore estero sul mercato italiano. 




Nessun commento:

Posta un commento