giovedì 14 gennaio 2010

Dati contrastanti ma Wall sale lo stesso...


Nuova chiusura positiva per il Dow Jones che archivia la seduta sui nuovi massimi a quota 10710. Anche il Nasdaq prosegue la sua corsa (oggi +0,38% a quota 2316). Il trend rimane saldamente positivo nonostante le notizie poco rassicuranti sul versante macroeconomico. Da segnalare quest'oggi l'aumento della richiesta dei sussidi di disoccupazione a 444 mila unità contro le 434 mila previste dagli analisti; altro dato deludente riguarda le vendite al dettaglio scese dello 0,3%; unico dato positivo della giornata   riguarda le scorte di magazzino all'ingrosso cresciute dello 0,4%. Come previsto la Bce ha lasciato invariato il costo del denaro all'1%. Una notizia che potrebbe condizionare i mercati è quella della possibile tassazione delle banche americane aiutate da Obama. Se venisse approvata tale legge, qualche bancario potrebbe risentirne, vedremo cosa accadrà. Dal punto di vista tecnico il Dow Jones si sta avvicinando alla resistenza posta a 10750 punti , se domani riuscisse a romperla avrebbe spazio fino ai 10800 punti. Al contrario in caso di ribassi il primo supporto passa in area 10680 punti e successivamente a 10650 e  infine 10600 punti. I numerosi dati macro previsti per domani condizioneranno la giornata a partire dalle 14 e 30. Per quanto riguarda Milano il nostro indice rimane ben impostato : oggi + 0,62% a quota 23805 punti. Per domani possibile un attacco prima a 23900 punti e successivamente a 24060 resistenza creatasi nei giorni precedenti. In caso di ribassi da monitorare quota 23700 e in caso di rottura 23500 punti. Per ora siamo fuori dal mercato dopo la chiusura delle posizioni long attorno ai 24 mila punti. Aspettiamo qualche segnale dalle trimestrali Usa.

Nessun commento:

Posta un commento