venerdì 29 gennaio 2010

Un rimbalzo guidato da Unicredit e Fiat

Giornata molto importante quella di oggi a piazza affari: il Ftse mib ha chiuso in rialzo dell'1,36% a 21896 punti. La giornata è stata vissuta sulle montagne russe. Dopo un’avvio incerto l’indice italiano è letteralmente crollato andando a testare la media mobile a 200 giorni ( 21478 punti il minimo odierno). In quel momento la situazione era molto preoccupante anche perché il resto d’europa guadagnava mezzo punto e noi eravamo sotto di uno. Detta altrimenti siamo sotto attacco speculativo, ci considerano al pari della Grecia e della Spagna. Unicredit era al tappeto (1,915) ma da lì sono ripartiti gli acquisti e grazie all’avvio positivo di Wall Street siamo riusciti a recuperare alla grande. Unicredit dopo un picco a 2,0475 è ridiscesa nel finale ma ha chiuso a 2,02. Anche Fiat ha fatto un bel recupero (+4%) chiudendo a 9,135. L’attacco a quota 22 mila punti è fallito , ma almeno c’è stato un discreto rimbalzo tecnico.  Per lunedì sarà importante la tenuta dei 21800 punti per poter cercare un secondo attacco ai 22 mila punti. In caso di ribasso, la rottura di 21800 punti potrebbe portare l’indice a un nuovo calo attorno ai 21550 punti. Da segnalare il dato sul Pil americano nell’ultimo trimestre +5,7% ben oltre le attese. 



Nessun commento:

Posta un commento