venerdì 26 febbraio 2010

Borsa = Truffa?

Spesso e volentieri si sente dire che l'investimento in borsa nel lungo periodo è sicuramente un buon investimento ma giorno dopo giorno ho sempre più dubbi a riguardo. Negli ultimi 10 anni la borsa è per lo più scesa e credo che ben pochi risparmiatori che avevano investito sulle "migliori" aziende italiane stiano guadagnando. Un mio professore universitario l'anno scorso mi disse che il mercato italiano è tra quelli meno trasparenti al mondo. Mi raccontò di alcune manovre assurde che fecero sul dividendo di Pirelli anni fa in cui fecero perdere molti soldi agli azionisti dell'epoca. All'epoca pensai che questo sistema di usurpazione e di espropriazione della ricchezza dei piccoli azionisti era in via d'estinzione. Pensai che c'era ancora del marcio ma che nel giro di pochi anni sarebbe cambiato tutto....  Qualche giorno fa pensavo tra me e me: ora la situazione è cambiata, le regole sono cambiate, i controllori sono cambiati....... Le notizie che sono arrivate in questi giorni su Telecom e su FastWeb mi hanno davvero lasciato di sasso. Non è possibile che nel 2010 certe schifezze vengano compiute dalle principali aziende italiane. La fiducia degli investitori sulla Borsa rischia di andare a farsi benedire. Personalmente non ho molta fiducia nei mercati, ne negli investimenti di lungo periodo, infatti sto sul mercato pochi giorni in genere, ma quando succedono queste cose davvero mi vien voglia di scappare dal sistema italia. Permettetemi questo sfogo personale ma credo che qualcosa in Italia debba cambiare: la fiducia e la trasparenza sono i fattori chiave dei mercati finanziari. Poi non lamentiamoci che siamo il fanalino d'europa, che abbiamo un mercato poco liquido e che la Borsa Italiana è tra gli ultimi mercati mondiali. Per la cronaca oggi Telecom ha perso il 3%, FastWeb il 9%. Sono vicino agli azionisti di queste società che sono state colpite da questo scandalo. Gli azionisti di FastWeb ora rischiano grosso, e spero davvero che il governo faccia scelte volte a garantire la continuità aziendale. 
Passando alle classiche analisi di borsa, oggi il nostro indice ha lasciato sul piatto il 2,36% chiudendo a 20843 punti. Da segnalare il crollo di Tenaris (-11%) sceso a 15 euro dopo la cattiva trimestrale. Giorni fa avevo suggerito di chiudere le posizioni rialziste su questo titolo (era a 17,4) e di shortarlo. Il crollo odierno tuttavia mi sembra spropositato e per domani mi aspetto un buon rimbalzo. ( In After Hours ho azzardato un acquisto su Tenaris vedi operazioni condivise). Per quanto riguarda il nostro indice la situazione è grave, i ribassisti hanno fatto la voce grossa e siamo molto deboli rispetto al resto d'europa. Sconsiglio caldamente investimenti  di lungo periodo in questo momento molto critico, qualche mordi e fuggi però ci sta benissimo. Per quanto riguada Wall Street il Dow Jones ha chiuso in ribasso dello 0,51% ma il recupero partito a metà seduta è stato davvero violento e fa ben sperare per domani. 

6 commenti:

  1. bè se non una truffa l'è vicino, ai poveri polli, già hanno poche penne per cui stanno poco a spennarli!
    Ma vorrei capire come fanno a tenere in scacco intere economie nazionali?
    perchè non si predispongono correttivi ed eventuali adeguati contracettivi affinche non fo___no il povero Giuda che ha solo 30 denari e mal investiti?

    RispondiElimina
  2. ciao senofonte, la borsa è da sempre considerata un ottima fonte di guadagno ma spesso e volentieri ci si dimentica di quanto sia rischiosa. La giornata odierna è emblematica (-4,7%). In un solo giorno son stati distrutti guadagni di mesi. Chi fa investimenti di lungo periodo o è molto fortunato, o è davvero bravo perchè negli ultimi 10 anni la borsa ha realizzato performance piuttosto negative. ( nel 2000 il Mib 30 era a 50.000 punti, oggi siamo a 20600...)

    RispondiElimina
  3. LA BORSA E' UNA TRUFFA ISTITUZIONALE, TUTTI NE SONO COINVOLTI DALLA MAGISTRATURA ALLA FINANZA, PER NON PARLARE DEI MASS MEDIA, BASTEREBBE GUARDARE IL BOOK PER RENDERSI CONTO DELL'IMBROGLIO...

    RispondiElimina
  4. I banchieri prima hanno messo i loro uomini in politica, poi attraverso il governo, nominando il capo della polizia, dell'esercito, della finanza sono arrivati a controllare tutto...quindi hanno cominciato a derubare i risparmiatori con la borsa...

    RispondiElimina
  5. Quando un'azione sale, gli esperti dicono perche' ci sono grandi quantita' di azioni che vengono comprate, ma allora perche' ci sono pure grandi quantita' di azioni che vengono vendute? in realta' il prezzo delle azioni si fa con quelle in circolazione, quindi le aziende hanno la possibilita' di controllarne il prezzo, vendendo o comprando una grande quantita' di azioni da un complice che opera in borsa, ma puo' essere la stessa banca proposta al collocamento delle azioni o una qualsiasi altra azienda... l'importante per l'azienda e' vendere le proprie azioni e fare scendere il prezzo, come tiscali che da 120 euro e' sceso a pochi centesimi, poi ci sara' il fallimento o l'OPA... e l'azienda se ne esce dalla borsa, dando una fregatura ai propri azionisti...

    RispondiElimina
  6. quante cazzate che si raccontano proprio perche si ha la bocca .
    la borsa non e che un gioco come qualsiasi altro
    per quanto truccato sempre meno di giochi tipo lotto o macchinette o vari simili in borsa tu puoi decidere se e quando entrare o uscire chiaramente
    non e cosi semplice seno non esisterebbe nemmeno
    sei daccordo? io non sono un esperto ma ti posso dire che dopo anni di sistemistica questo e l'unico che funzioni.usa la pazienza e guarda molto i risultai arrivano.stai attento ai falsi luminari che sono piu squali dei lottologi segui il tuo pensiero continua a provare e quando sei sicuro vai tutto qui.

    RispondiElimina