lunedì 15 marzo 2010

Eppur qualcosa si muove...

Oggi è stata una giornata molto interessante per la Borsa Italiana. Il  Ftse Mib ha archiviato la seduta in calo dello 0,85% a quota 22373 punti. L'avvio in leggero calo a Wall Street ha appesantito l'indice italiano, che ha chiuso vicino ai minimi giornalieri. La situazione diventa ora leggermente preoccupante e sarà molto importante monitorare l'evoluzione delle quotazioni nelle prossime 48 ore. L'indice italiano infatti ha chiuso a ridosso della media mobile a 68 periodi, che è molto indicativa per determinare il trend di medio periodo. Per domani sarà fondamentale rimanere al di sopra dei 22350 punti altrimenti prevedo un rapido ritorno prima in area 22200 punti e successivamente a quota 22 mila punti. Lo stocastico è ancora in una zona di ipercomprato ma ha già iniziato a scendere dai massimi dei giorni scorsi preannunciando ulteriori cali. Da segnalare la debolezza odierna di Unicredit (-1,80%) che è scesa in chiusura al di sotto della soglia psicologica dei due euro. 


Nessun commento:

Posta un commento