giovedì 25 marzo 2010

Il toro se la ride e Milano vola a +1%

Chiusura in gran spolvero per la borsa di Milano complice l'allungo di Wall Street ormai proiettato sempre più verso gli 11 mila punti. Bernanke ha gettato acqua sul fuoco riguardo alla questione tassi d'interessi. Ha detto che rimarranno a questi livelli ancora per un periodo prolungato anche se ha ribadito l'esigenza di una stretta delle riserve in eccesso per prevenire pressioni inflazionistiche. Il Ftse Mib ha chiuso vicino ai massimi giornalieri a quota 23034 punti confermando il trend rialzista degli ultimi tempi. Il clima è tornato sereno anche sul caso grecia:  é stato raggiunto l'accordo sul salvataggio greco tra il cancelliere tedesco Angela Merkel e il presidente francese Sarkozy. Dati migliori delle attese per quanto riguarda le richieste dei sussidi di disoccupazione americani scesi a 442 mila unità contro le 456 mila del dato precedente. Questo dato sembra essere incoraggiante e fa ben sperare per una ripresa dell'occupazione americana. Da segnalare anche le vendite al dettaglio migliori delle attese in Gran Bretagna (+2,1% contro attese per +0,6%). Insomma qualche dato positivo inizia a uscire fuori e siamo un pò più ottimisti sul futuro. 

Da un punto di vista grafico l'indice Italiano mostra una discreta forza e per domani sarà importante monitorare i 23100 punti in caso di rialzo e l'area 22950-23000 in caso di frazionali ribassi. 













Nessun commento:

Posta un commento