mercoledì 7 aprile 2010

Il caso Grecia non è ancora risolto!


La situazione Greca continua a destare molte preoccupazione sia a livello politico che a livello economico. Anche quest'oggi lo spread con il bund decennale tedesco è cresciuto, portandosi al 4,12%, il massimo da quando è stato introdotto  l'euro.  In soldoni, significa che il rendimento dei titoli di stato greci a 10 anni è arrivato al 7,17%.!! Si sa che c'è una relazione piuttosto evidente tra rischio e rendimento, ma qualche dubbio sulla solidità dei conti ellenici rimane al di là di questa relazione. Quest'oggi sono usciti i dati definitivi del 2009: Pil Greco sceso del 2% contro l'1,2% stimato precedentemente. Il deficit invece è risultato leggermente meglio del previsto, a quota 12,9% ( ricordiamo che secondo il patto di stabilità e crescita, tale valore dovrebbe essere al massimo del 3% per tutti gli stati europei). Le borse hanno accusato il colpo e oggi hanno chiuso in territorio negativo. Milano è stata la maglia nera d'europa con il Ftse Mib che è sceso dello 0,84% a quota 23151 punti. Nuovo calo anche per l'Euro nei confronti delle altre valute. Euro-Dollaro a 1,3350. Euro-Sterlina a 0,8765. Euro-Yen a 124,97. 
Da segnalare il calo di Fiat (-2,2%) a seguito delle notizie pessime provenienti dalle vendite in Germania: a Marzo le vendite sono crollate del 73% a quota 7.819 unità contro il mercato dell'auto che è sceso del 26,5%. Questo dato dimostra ancora una volta che gli incentivi vanno bene, ma quando finiscono si torna rapidamente in picchiata. 




Nessun commento:

Posta un commento