domenica 11 aprile 2010

Un'analisi di Tiscali

Uno dei titoli più interessanti e scambiati di Piazza Affari è sicuramente Tiscali. In passato questo titolo ha realizzato performance storiche (anche +2000%) durante la bolla speculativa del 2000 sui titoli tecnologici. Nell'ultimo periodo il titolo ha subito numerose operazioni societarie che hanno portato le quotazioni a 0,1771 centesimi alla chiusura di venerdi. Gli ultimi dati disponibili parlano di un calo dell'indebitamento netto a febbraio a quota 218,7 milioni di euro dai 221,3 di gennaio. Il bilancio 2009 non è stato molto buono, anzi: Ricavi per 290,3 milioni di euro in calo dai 325,1 del 2008. La società sarda ha chiuso il 2009 con una perdita di 384,8 milioni di euro in aumento dai 242,5 del 2008. Dal 2004 ad oggi, la società ha contabilizzato solo perdite tutti gli anni e al momento viene tenuta in piedi solo grazie ad operazioni di aumenti di capitale o operazioni straordinarie. Le opinioni degli analisti sono svariate: per banca leonardo la società vale 0,15 cent ad azione con giudizio underweight (sottopesare in portafoglio) mentre per equita sim vale 0,22 cent ad azione con giudizio (buy) . I vertici aziendali parlano di un ritorno all'utile nel corso del 2010 e le prospettive future sembrano incoraggianti. Tuttavia non credo alle parole dei manager, che da anni parlano di chiusura in utile, cosa che puntualmente non si verifica. Nell'ultimo trimestre i vertici aziendali avevano previsto vendite stabili, mentre i ricavi sono diminuiti del 15% anche a causa del tracollo del settore del segmento media  (-43%) e delle connessioni a banda stretta. Personalmente credo che tiscali sia una società allo sbando da un pò di anni ma questo miglioramento della posizione finanziaria netta di febbraio potrebbe far pensare a un reale miglioramento della situazione economica aziendale anche per i prossimi mesi. Il settore in questi primi mesi del 2010 è in netta ripresa e questo si è riflesso anche nella valutazione del titolo salito da 0,15 a 0,18 nelle ultime settimane. Tuttavia, secondo molti, le quotazioni attuali sono molto elevate : il titolo infatti quota 7,4 volte l'Ev/EBITDA 2010 e ben 30 volte gli utili 2010, contro i multipli di Telecom Italia pari a 4,4 EV/EBITDA e 9,7 il rapporto prezzo /utili stimato per il 2010. Da un punto di vista grafico il titolo si trova al di sopra della media a 25 e a 56 periodi anche se negli ultimi giorni è tornata sotto il livello chiave dei 0,185 centesimi. Il supporto passante a quota 0,15 penso sia molto importante e difficilmente potrà essere violato se non a seguito di notizie drammatiche della situazione contabile di Tiscali.


Personalmente non ho una grande opinione di questa società e non ci investirei grandi cifre, soprattutto nel lungo periodo. Credo che a fine 2010 le quotazioni del titolo saranno comprese tra gli 0,15 e gli 0,20 cent ad azione.
Tuttavia per fare delle operazioni di trading e di speculazione potrebbe essere un titolo molto interessante grazie alla sua volatilità. Oltretutto è un titolo molto liquido e molto scambiato sul mercato italiano. Lascio a voi le valutazioni necessarie nonchè commenti costruttivi.

5 commenti:

  1. interessante il confronto con telecom.
    EV/EBITDA 7,4 contro 4,4
    P/E 30 contro 9,7

    mi piacerebbe conoscere anche il confronto
    Debt/Equity. Cosa sai in merito...? grazie.

    RispondiElimina
  2. ciao anonimo, al momento non conosco il rapporto debt/equity delle due società, magari provo a cercare qualcosa in rete. per le prossime volte ti prego di firmarti con il tuo nome. grazie e a presto

    RispondiElimina
  3. ciao, sono diego, io al momento le ho in carico a 0.1521 e il prezzo corrente oscilla intorno ai 0.12, cosa mi consigli? sono fiducioso nella parità a medio periodo, il mio obiettivo a questo punto è lo 0.22, lo raggiungerà? grazie mille

    RispondiElimina
  4. ciao diego, la situazione di tiscali non è delle migliori, nè da un punto di vista economico che da un punto di vista grafico.
    Guardando il grafico posso dirti che il trend è decisamente negativo e l'ultimo supporto di una certa importanza transita a 0,11 cent ad azione. In caso di rottura di questo livello è possibile un affondo a quota 0,10 cent, cosa che non ti auguro. In caso di rialzo nelle prossime settimane il titolo potrebbe tornare a quota 0,13 cent dove passa un'importante resistenza. Se venisse superata il successivo target sarebbe sui 15 centesimi. Come obiettivo di lungo periodo penso che quota 0,18-0,19 sia un buon livello per uscire dal mercato.ciao

    RispondiElimina
  5. grazie per il commento, verificherò e cercherò di mantenermi aggiornato.

    Ciao a presto!

    RispondiElimina