giovedì 6 maggio 2010

Difendiamo l'Italia dalla speculazione internazionale!

Quella di oggi è stata una delle giornate peggiori della storia recente di BORSA ITALIANA. L'indice principale FTSE MIB ha chiuso la seduta in ribasso del 4,26% a quota 19483 punti. Sinceramente da quando seguo la borsa non mi è mai capitato di vedere nulla di simile se non in occasione dell'11/09/2001. Senza notizie ufficiali, senza Downgrade sul debito italiano ma solo con pubbliche illazioni di Moody's e delle altre agenzie di Rating la borsa italiana è andata letteralmente a picco dalle 16 in poi.
Il grafico qui a lato parla da solo. Nel giro di 1 ora le quotazioni del nostro indice sono passate da 20000 punti a 19000 punti, quando l'indice principale perdeva il 6%. Negli ultimi minuti però è partito un rally che ha limitato le perdite giornaliere al 4,26%. Le vendite sono state massicce e tutti i titoli bancari sono crollati a livelli bassissimi. Ad un certo punto sia Intesa-SanPaolo che Unicredit sono state sospese per eccesso di ribasso. Di seguito ci sono le variazioni percentuali dei titoli del Ftse Mib in chiusura.

Quello che però vorrei sottolineare è la mancanza di correlazione con gli altri mercati internazionali. Mi spiego meglio, in passato è già capitato che il nostro indice perdesse tanto, ma oggi siamo crollati solo noi, e questo è dovuto agli attacchi speculativi internazionali. Io difendo l'Italia, è un paese in cui credo, e anche se ha un debito pubblico molto elevato, ha delle banche più solide di tanti altri paesi, un tasso di risparmio delle famiglie adeguato, e un'indebitamento delle famiglie italiane abbastanza contenuto al contrario di tanti altri paesi. Inoltre vorrei sottolineare che a differenza della Grecia, del Portogallo e della Spagna che hanno un deficit superiore al 10%, noi abbiamo un deficit del 5,3% vicino a quello tedesco. Altro sassolino che voglio togliermi dalle scarpe riguarda Moody's. Tutti credono alle parole di queste agenzie di Rating come se fosse il Vangelo. In realtà anche loro hanno sbagliato clamorosamente in passato, ( vedi Lehman Brothers), quindi perchè credere ancora alle loro parole. E vogliamo parlare di trasparenza dei mercati e di conflitto di interessi di queste agenzie. Sono tutte americane e non sono regolate da nessuno;  molti pensano che possano avere dei legami molto intensi con alcune banche d'investimento....(GS?) Permettetemi l'ultimo attacco: perchè giorni fa hanno dato la notizia del Downgrade della Spagna proprio a 5 minuti dalla chiusura dei mercati? Io avrei dato la notizia o a inizio giornata , in modo da dare al mercato il tempo di assestarsi, oppure dopo la chiusura. Invece loro hanno voluto provocare il crollo e  mi viene spontaneo pensare che ci sia un netto interesse economico nel far crollare le borse europee in questi giorni. Prima hanno colpito la Grecia, poi il Portogallo, poi la Spagna e ora l'italia! 
Chiusa questa parentesi parliamo delle variazioni giornaliere delle borse europee:
FTSE MIB19.483,93-4,26
FTSE 1005.260,99-1,52
DAX 305.958,45-0,81
2.611,41-2,53
CAC 403.556,11-2,20
AEX326,19-1,39
BEL202.400,78-1,86
PSI206.824,80-2,37


Come si può notare, solo l'indice italiano è andato a rotoli. Il dax tedesco è stato il più forte ed è sceso solo dello 0,8%. 
Diamo uno sguardo anche ai famigerati CDS ( che come ricordo non sono regolati e quindi anche qui c'è pochissima trasparenza nelle quotazioni).

Entity NameMid SpreadCPD (%)
Greece907.7251.72
Venezuela1007.1549.51
Argentina959.6247.39
Pakistan711.4038.23
Ukraine615.3834.75
Portugal449.9832.16

Sicily/Region of282.1021.76

La Grecia continua ad essere il paese più rischioso al mondo e i CDS sono volati oltre quota 900 con una probabilità di Default del 51,7%. Tuttavia da poco si è saputo che al parlamento Greco è passata la riforma che prevede tagli per 30 Miliardi di euro e che dovrebbe ripristinare i conti ellenici.
Entity Name5 Yr MidChange (%)Change (bps)CPD (%)
Italy217.64+16.57+30.9417.27
Spain267.59+16.50+37.9020.99
Slovakia95.15+15.57+12.828.05
Hungary260.95+12.55+29.0916.78
Ireland269.88+12.45+29.8820.88
Russia196.25+11.72+20.5912.94
Indonesia209.45+11.63+21.8213.88
Czech Republic102.52+11.55+10.626.97

L'italia oggi è stata presa d'assedio anche sui CDS ma potrete notare che la Spagna è messa ben peggio e oggi ha accusato un calo di borsa inferiore al 3%.Oltretutto pochi minuti fa è uscita questa notizia: 

Anche l'agenzia di rating Fitch ha confermato l'outlook stabile sul rating dell'Italia dopo che il governo ha rivisto le sue stime di crescita per il 2010-2012. "Il governo sta portando le sue stime un po' piu' vicine alle nostre", ha sottolineato il presidente di Fitch Europa, Brian Coulton. L'agenzia ha confermato il rating AA-

Entity Name5 Yr MidChange bpsChange %
Banco Santander, S.A.229.8322.5710.89
Credit Agricole SA198.6123.1813.22
Deutsche Bank AG165.7116.5411.09
ING Bank NV123.714.924.14
UniCredit SpA174.7720.1613.04
Piccola nota di chiusura su Unicredit. I suoi CDS sono saliti quest'oggi del 13% è vero ma è pur vero che le altre banche europee sono abbastanza vicine.  Vedremo domani se il ribasso continuerà o se ci sarà un rimbalzo. 

Nessun commento:

Posta un commento