giovedì 6 maggio 2010

PAURA A WALL STREET

Paura a Wall Street! Non è il titolo di un film ma la pura verità. Attorno alle ore 20 e 45 senza un motivo valido, il Dow Jones è letteralmente andato a picco. In 10 minuti è sceso di 920 punti, andando fino a 9850 punti ( minimi di febbraio 2010). Non mi è mai capitato di vedere qualcosa del genere, nemmeno durante gli attacchi alle torri gemelle del 2001. Nei minuti successivi il Dow Jones è rimbalzato violentemente di 400 punti. La volatilità è salita alle stelle: VIX +50% a quota 40. Nel finale di seduta c'è stato un buon recupero e a fine delle contrattazioni il calo è stato del 3,22% a quota 10518 punti. 
I ribassi hanno colpito violentemente anche il Petrolio, sceso fino a 75 dollari al barile. Il tasso di cambio Euro-Dollaro era crollato fino a 1,25. Non ci sono parole per descrivere il panico che si è scatenato in pochi minuti. Solo i grafici possono dare un'idea di cosa è stato. 


Aggiornamento Ore 0.22
Il mercato sembra essersi tranquillizzato momentaneamente.
I rumors della Borsa individuano in Citigroup la società all'origine dell'errore materiale che avrebbe innescato il crollo del Dow Jones di oltre il 9%, recuperato in chiusura. Un trader nell'ordine di vendita avrebbe digitato una 'b' di billion al posto di una 'm' di million mandando in tilt il sistema ma, soprattutto, facendo scattare il panico sui mercati di tutto il mondo. La banca ha fatto sapere di aver aperto un'inchiesta interna.
Al momento il future usa quota 10409 punti. Vedremo come sarà il risveglio domattina.


Ecco il video di quanto accaduto : 

Nessun commento:

Posta un commento