martedì 25 maggio 2010

La discesa non si arresta...

A pochi minuti dall'avvio di Wall Street la situazione dei mercati azionari europei rimane drammatica. Quasi tutti i listini perdono dal 3% al 4%. La borsa di Milano fa peggio di tutte con un -4,6% a 18171 punti. Difficile commentare una situazione cosi delicata con i titoli bancari presi letteralmente d'assedio.
Unicredit è bersagliata dalle vendite (-8,3% ) a quota 1,583.
Ulteriore indebolimento dell'euro che ora viene scambiato sotto quota 1,22.
Vi aggiorno invece sui valori dei Cds a 5 anni che indicano un deterioramento complessivo di tutta l'area euro ed in particolare dei PIIGS
Italia : 203,4 ( +21% da ieri)
Spagna: 260 (+22% da ieri) 
Grecia: 770 
Portogallo: 372
Irlanda: 270

Vi lascio con il grafico del nostro indice . Da segnalare l'estrema debolezza e la mancanza di qualsiasi tentativo di rimbalzo tecnico. Ho paura che a fine giornata il bilancio sarà molto negativo. Vedremo se Wall Street aiuterà il nostro listino o se gli darà il colpo di grazia. 

Nessun commento:

Posta un commento