mercoledì 2 giugno 2010

E dopo i falsi segnali del pomeriggio, Wall crolla nel finale...

Giornata di falsi segnali a Wall Street. Dopo un'apertura in ribasso di oltre un punto percentuale, gli indici americani sono tornati rapidamente in territorio positivo e hanno permesso un netto recupero delle borse europee dai minimi di giornata. Anche il nostro indice Ftse Mib, di per sè debolissimo nelle ultime sedute, è riuscito a recuperare quasi 2 punti percentuali dai minimi di seduta. Ma i nodi vengono al pettine e nel finale di seduta l'ondata ribassista ha fatto precipitare il Dow Jones a quota 10024 punti (-1,11%) sui minimi di seduta. Personalmente non sono sorpreso da questo andamento anche perchè come scrivevo nei giorni scorsi ( in sell in may and go away) il trend è decisamente ribassista e non bisogna abboccare ai falsi segnali di questi giorni.
Da segnalare l'impennata della volatilità (VIX) a quota 35,54 (+10,4%) dall'ultima seduta e la solita debolezza dell'euro ( 1,2235 ). In netto rialzo invece il prezzo dell'oro ( 1227,80 ) a causa delle tensioni finanziarie degli ultimi giorni. 
Se i valori dei future americani dovessero rimanere su questi livelli, prevedo un'apertura piuttosto debole per i listini europei domattina. 
Da segnalare quest'oggi l'impennata dei Cds sul debito Italiano tornato sui massimi storici ( 250 punti base) .



Nessun commento:

Posta un commento