giovedì 17 giugno 2010

I dati usa rallentano piazza affari

Chiusura piatta a piazza affari in questo piovoso giovedì 17 giugno. Il Ftse Mib ha chiuso sugli stessi livelli del giorno precedente in rialzo dello 0,03% a quota 20568 punti. In mattinata il listino milanese aveva provato a varcare quota 20800 punti ma poi è tornata sui suoi passi dopo i dati macro americani. 
Mi limiterò a darvi i numeri perchè è abbastanza evidente che la situazione dell'economia americana è in netto peggioramento dai mesi scorsi:
1 Richieste sussidi di disoccupazione americane a quota 472 Mila ( le attese erano per 450 Mila) .
2 Indice dei prezzi al consumo a -0,2% ( in pratica siamo in deflazione, altro che ripresa economica)
3 Indice Produzione Fed di Philadelfia crollato a 8 punti dai 21,4 del dato precedente. 
Se poi andiamo a vedere anche i dati macro usciti nei giorni scorsi, la situazione appare ancora più preoccupante:
Nuovi cantieri edilizi a quota 593 mila in calo del 10% dal dato precedente ( il mese scorso erano a 673 Mila unità). 
Richieste di nuove licenze di costruzione a 574 Mila unità in calo del 5,9% dal mese precedente. 
Ora se uno più uno fa due credo che l'economia americana sia assolutamente lontana da una reale ripresa economica, altrimenti questi dati sarebbero stati sicuramente migliori. 
Al momento il Dow Jones è in calo di circa mezzo punto percentuale ma come al solito bisognerà vedere la chiusura serale per avere delle buone indicazioni per la giornata di domani. 

Nessun commento:

Posta un commento