venerdì 18 giugno 2010

Milano chiude sui massimi settimanali

Venerdì scorso avevo scritto in questo articolo di un possibile punto di svolta dei mercati azionari. Mi domandavo se le borse si trovassero di fronte ad una inversione del trend o ad un semplice rimbalzo tecnico. Guardando ai grafici la risposta sembra essere  abbastanza scontata: c'è stata una inversione di tendenza piuttosto evidente in questa settimana sia nel breve che nel medio periodo. L'indice di Milano ha chiuso la seduta odierna a quota 20752 punti in rialzo dello 0,89% rispetto al giorno precedente, vicino ai massimi di seduta. Questa forza denota un trend che è tornato positivo e lascia buone speranze anche per le prossime sedute. 
Piuttosto importante è stata la rottura dei 20000 punti a inizio settimana che ha fatto scattare violenti acquisti su tutto il listino italiano. 
Per la prosecuzione di questo rally azionario sarà importante la rottura della resistenza passante attorno ai 20800 punti con target di 21000 punti. In caso di qualche presa di beneficio i primi supporti di una certa consistenza transitano in area 20650 punti e successivamente a quota 20450-20500.  


Guardando l'indice americano Dow Jones, come avevo sottolineato la settimana scorsa, la rottura dei 10260 punti ha fatto partire gli acquisti fino agli attuali livelli di 10460 punti. L'eventuale rottura dei 10500 punti farà nuovamente scattare all'insù le quotazioni con target di 10700-10750 punti nella prossima settimana.
A rincuorare gli investitori c'è anche il calo della volatilità (VIX sceso a 23,97) che è sicuramente un buon segnale per chi avesse operazioni di lungo periodo in corso. Da segnalare anche il superamento della media mobile a 200 giorni per tutti gli indici americani, da sempre un ottimo indicatore di trend di lungo periodo. Vedremo se nel finale di seduta ci sarà qualche sorpresa,( al rialzo o al ribasso) come spesso accade negli ultimi giorni...

Nessun commento:

Posta un commento