mercoledì 13 ottobre 2010

Il Debito pubblico italiano vola sempre più in alto.


Continua a salire il debito pubblico italiano nel mese di agosto è salito a 1.843 miliardi, nuovo massimo storico, rispetto ai 1.760,437 miliardi registrati nello stesso mese dello scorso anno. Si tratta di una crescita del 4,7% rispetto allo scorso anno.
Lo rende noto la Banca d'Italia nel supplemento di finanza pubblica al Bollettino statistico.
Nel mese di luglio il debito pubblico aveva segnato quota 1.840,644 miliardi, dato rivisto al rialzo dai 1.838,2 miliardi di euro della prima lettura.
Per quanto riguarda le entrate tributarie nel periodo gennaio-agosto 2010, sono risultate sono pari a 244,263 miliardi di euro, in calo del 2,6% rispetto ai primi otto mesi del 2009. 
Sebbene vi siano dei segnali incoraggianti provenienti dall'aumento delle entrate da Iva(+3,6%) e Ire (+2,5%) si assiste ad un crollo delle entrate  da parte dell'Ires. Le imposte sui redditi delle società infatti sono crollate del 7,6%. Buoni invece i risultati dovuti alla lotta all'evasione fiscale: nel periodo gennaio-agosto 2010 gli incassi derivanti dai ruoli sono stati di 3.306 milioni (+365 milioni di euro, pari a +12,4% rispetto al corrispondente periodo del 2009). In dettaglio, 2.136 milioni di euro (+154 milioni di euro, pari a +7,8%) arrivano dalle imposte dirette e 1.170 milioni di euro (+211 milioni di euro, pari a +22,0%) dalle imposte indirette. 

Come avevo scritto circa un mese fa' ( nell'articolo nuovo record storico per il debito italiano ) la situazione dei conti italiani è piuttosto preoccupante. 
I numeri sono piuttosto eloquenti:
Debito pubblico a fine 2005        1.512,8 Miliardi di euro
Debito pubblico a fine 2009        1.761,2 Miliardi di euro
Debito Pubblico a Marzo 2010     1.797,7 Miliardi di euro
Debito Pubblico ad Agosto 2010  1.843,0 Miliardi di euro
Si tratta di una crescita del debito pubblico del 2,5% nel giro di 5 mesi! 
Se poi guardiamo agli ultimi 5 anni la situazione diventa tragica: 
Da fine 2005 ad oggi il debito pubblico è cresciuto del 21,8%.
Se poi andiamo a fare il confronto su un altro parametro fondamentale come il rapporto Debito/PIL , la situazione peggiora ulteriormente. 
A fine 2007 il Rapporto Debito/ Pil italiano era attorno al 103,4%
A fine 2008 il Rapporto Debito/ Pil italiano saliva al 106,1%
A fine 2009 il Rapporto Debito/ Pil italiano saliva ulteriormente a quota 115,8%.
Secondo i miei calcoli,ipotizzando per il 2010 una crescita del Pil dell'1%, e utilizzando il valore odierno come Debito pubblico a fine del 2010,  si arriva a un clamoroso 120,1% del rapporto Debito/Pil in rialzo dal 119,8% del mese scorso.
La situazione inizia a diventare preoccupante...

Nessun commento:

Posta un commento