martedì 12 ottobre 2010

Mercati azionari sui massimi?

Gli indici americani dal primo di settembre 2010 hanno cambiato direzione e sono tornati a salire in maniera decisa, dopo aver vissuto una primavera piuttosto travagliata. Il dow jones nel giro di un mese e mezzo ha guadagnato oltre il 10% passando da 9950 punti agli oltre 11000 punti della chiusura di ieri. Sebbene molti siano ottimisti sull'andamento delle quotazioni  nelle prossime settimane vorrei mostrarvi un grafico molto interessante che mi ha passato un mio amico trader (alessandro s.) e che mi ha fatto riflettere sulle possibilità di inversione di trend nei prossimi giorni.

 
Questo grafico mostra la percentuale di azioni del Nyse che si trova sopra la media mobile a 50 giorni. Nel periodo selezionato, cioè a partire da novembre 2009 si può notare che ogni volta che quasi tutte le azioni erano al di sopra della media mobile a 50 giorni il mercato ha accusato dei cali piuttosto importanti nelle settimane successive. Ad esempio nei primi giorni di gennaio 2010 ben 86,27% delle azioni quotate al Nyse era al di sopra della media e il dow jones scese da 10700 punti a 9900 nel mese successivo. 



A fine aprile la situazione si ripeteva più o meno nella stessa maniera: Ben l'88,87% delle azioni si trovava al di sopra della media a 50 giorni e il Dow Jones passò da 11250 punti a 9900 punti con il famoso Flash crash del 6 maggio 2010 in cui in 15 minuti l'indice arrivò a perdere il 10%. 
Proprio ieri abbiamo toccato nuovamente un livello critico: l'88,11% delle società americane si trovava al di sopra della media a 50 giorni. Difficile dire cosa accadrà nei prossimi giorni, ma se dovessi prendere una decisione cercherei di stare fuori dal mercato per qualche giorno piuttosto che entrare long a questi prezzi. 







Nessun commento:

Posta un commento