sabato 13 novembre 2010

La crisi bancaria americana continua; Nel 2010 più fallimenti che nel 2009.

Sono passati quasi due mesi dal mio ultimo aggiornamento sulla situazione bancaria americana del 12 settembre ma la situazione è ancora estremamente delicata. In questi ultimi giorni è fallita la 146° banca americana dall'inizio del 2010. Si tratta della Copper Star Bank che ha chiuso i battenti proprio ieri sera.
Quello che però mi preoccupa realmente è il crescente numero delle istituzioni bancarie a rischio. L'ultimo bollettino della FDIC, il fondo di garanzia dei depositi americani ha aggiornato la  "Unofficial Problem Bank" List a ben 898 Istituzioni finanziarie ( nel mio precedente articolo erano 849 le banche a rischio) con asset totali di 418,5 Miliardi di dollari. Nei prossimi mesi capiremo realmente come potrà reagire il sistema bancario americano ma al momento il trend dei fallimenti e delle istituzioni a rischio è ancora in crescita. 
Questo grafico, preso dal blog "calculated risk" , è aggiornato alla settimana scorsa ma ben esprime l'andamento dei fallimenti bancari Usa negli ultimi 3 anni. La linea rossa è quella relativa al 2010 ed è al di sopra della linea blu del 2009 che da tutti viene definito come annus horribilis. 





Vi lascio con il bollettino di guerra del settore bancario americano:

2007:   3 banche fallite
2008:  25 banche fallite
2009:  140 banche fallite
2010 : 146 banche fallite ( fino ad oggi)

Per chi fosse interessato ecco il link con l'intera lista delle banche fallite nel 2010 :

Nessun commento:

Posta un commento