venerdì 12 novembre 2010

Scacco matto! La borsa cinese crolla del 5,2%

Apertura negativa per tutte le borse europee. Nelle prime battute l'indice di milano è arrivato a perdere il 2,4% scendendo sotto i 20400 punti. A influenzare negativamente i mercati è stato il crollo dell'indice cinese che questa notte è crollato del 5,16%. La banca del popolo di Cina ( banca centrale) ha chiesto ad alcune banche di alzare ancora i tassi sulle riserve minime obbligatorie dal 17,5% al 18% dopo che un rialzo di altri 50 punti base era stato deciso in settimana. Pechino è allarmata dal rischio inflazione , salita al 4,4% ad ottobre.   
I mercati finanziari scontano anche una possibile stretta monetaria futura da parte della Cina e per questo motivo le borse asiatiche sono crollate. Vedremo se nel corso della giornata gli indici europei riusciranno a recuperare parte delle perdite. 

Nessun commento:

Posta un commento