mercoledì 12 gennaio 2011

I Piigs mettono le ali ai mercati: Ftse Mib + 3,8%

Giornata a dir poco stellare per i listini azionari europei. Dopo una apertura in lieve rialzo gli indici hanno iniziato a salire in maniera sempre più violenta dopo l'esito delle aste di titoli di stato del Portogallo.
Vi riporto la news così come è stata trasmessa sui mercati: 

PORTOGALLO COLLOCA 650 MLN EURO BOND OTTOBRE 2014, RENDIMENTO A 5,396% da 4,041%, BID-TO-COVER A 2,6 DA 2,8. 

PORTOGALLO COLLOCA 599 MLN EURO BOND GIUGNO 2020, RENDIMENTO CALA A 6,719% DA 6,806%, BID TO COVER A 3,2 DA 2,1.

L'asta sui titoli a breve termine ( 3 anni) portoghesi è stata un mezzo salasso con il rendimento che è cresciuto dell'1,35% dall'ultima asta e la richiesta è stata inferiore dell'ultima volta. L'asta dei titoli a lungo termine ( con scadenza 2020) è invece andata molto bene ma credo che ci sia stato l'intervento della Bce o di altre gradi istituzioni internazionali per spiegare il successo di questa asta, con il rendimento in calo dello 0,1% dall'ultima asta. 

A dare ulteriore spinta ai listini europei ci hanno pensato i buoni dati macro del giorno: Produzione italiana a +1,1% ( contro attese di +0,8%), Produzione Europea a +1,2% ( attese di +0,5%) e indice economico di ottimismo in america uscito a 51,90 contro attese di 46,90. 


A fine giornata il Ftse Mib ha guadagnato il 3,82% a quota 21116 punti chiudendo sui massimi di seduta. Ottime performance di molti titoli bancari, che erano stati bersagliati dalle vendite nei giorni scorsi: Intesa san paolo +10,3%, Unicredit +9,7%, Ubi banca +8,3%, Banco Popolare, +7%.
Nel giro di 24 ore l'indice italiano è salito di oltre 1100 punti dai minimi di 20000 punti di ieri pomeriggio. A questo punto sembra che il trend sia impostato nuovamente al rialzo ma non sarei sorpreso da strani movimenti nei prossimi giorni a causa di un ipercomprato di brevissimo piuttosto importante. Per domani possibili due scenari. In caso di ulteriori allunghi le prime resistenze si trovano a quota 21200 punti e successivamente a 21400. Al contrario in caso di prese di beneficio i primi supporti transitano in area 21000 punti e successivamente a 20800. 

2 commenti:

  1. speriamo questi maialini continuino a volare sono lungo di covered su ENI :-)

    RispondiElimina
  2. bravo, sinceramente mi hanno sorpreso con questi rialzi questa volta.

    RispondiElimina