giovedì 10 marzo 2011

Borse in bilico.... Milano -1,6%!

Borse europee in deciso ribasso quest'oggi a seguito della decisione di Moody's di abbassare il rating sulla Spagna, ( per maggiori dettagli leggete qui moodys-taglia-ancora-il-rating-spagnolo) . Le vendite sono state massicce fin da questa mattina e l'avvio in deciso ribasso di Wall Street ha incrementato le perdite di giornata. 
A spaventare gli investitori oltre al downgrade della Spagna sono stati i dati macro negativi di oggi: 
Produzione Italiana nel mese scorso -1,5%
Richieste sussidi di disoccupazione Usa in questa settimana : 397 mila unità ( dato molto peggiore delle attese)
Richieste di disoccupazione continua Usa: 3,771 milioni ( dato peggiore delle aspettative). 
Bilancia commerciale Usa : -46,3 Miliardi di dollari. ( dato peggiore delle attese).
Nel giro di pochi minuti gli indici americani sono andati a testare dei livelli chiave (1295 punti per Sp500 e 12000 punti per il Dow Jones)  e al momento sono riusciti ad arginare i ribassi e a riportarsi al di sopra di tali livelli. 
A questo punto la situazione appare in bilico e si prospettano due scenari per il medio periodo: 
1) Rottura di questi livelli, nonchè della media mobile a 50 giorni sull'Sp500,  chiusura odierna in deciso ribasso sotto i 1290 punti e fine del trend rialzista in corso da settembre. 
2) Rimbalzo da questi livelli e ripartenza decisa verso i precedenti massimi. 
A mio avviso in questo momento occorre avere molta prudenza in quanto un'eventuale rottura ribassista potrebbe scatenare delle vendite molto copiose sia in america che in Europa. Quindi attenzione agli acquisti senza stop loss o adeguate coperture.

Inoltre da un punto di vista macro nei prossimi giorni non sarei sorpreso  da possibili ulteriori downgrade, in particolare sull'Irlanda e sul Portogallo ma non tralascerei nemmeno la nostra cara Italia. 


Da un punto di vista grafico l'indice di Milano continua il percorso ribassista iniziato qualche settimana fa e quest'oggi si è scontrato contro il supporto chiave dei 22000 punti. Nell'ultima mezz'ora l'indice è riuscito a recuperare qualcosa chiudendo a quota 22084 punti in calo dell'1,59%. Per domani in caso di nuovi ribassi sarà fondamentale la tenuta dei 22000 punti altrimenti sarà possibile un ritorno in area 21880-21900. L'eventuale rottura di questo livello potrebbe proiettare il nostro indice a 21700 punti. 
In caso di recuperi invece le prime resistenze transitano in area 22200 punti e successivamente a 22300-22350 punti. 
Attenzione anche alle aste di Btp a 5 e 15 anni in programma domani che potrebbero condizionare il mercato italiano. 

Nessun commento:

Posta un commento