lunedì 11 aprile 2011

La calma prima della tempesta?

La giornata odierna potrebbe essere riassunta in due righe visto l'andamento degli scambi e la totale assenza di un trend delineato. La calma e la tranquillità sono state di casa a Piazza Affari e soltanto nel finale di seduta l'indice ha girato in territorio negativo. Al termine delle contrattazioni il Ftse Mib ha chiuso a quota 22365 punti in calo dello 0,10%. Il mercato è ormai ingessato tra i 22510 punti e i 22300 punti. L'eventuale rottura di uno di questi due livelli dovrebbe risvegliare l'attenzione degli investitori e innalzare la volatilità intraday. 
Anche da un punto di vista macroeconomico la giornata odierna non ha offerto particolari spunti ma probabilmente già da domani qualcosa cambierà. Analizzando nel dettaglio l'indice, sembra venire meno la spinta rialzista dei giorni scorsi e la chiusura odierna vicino ai minimi di seduta può essere visto come un primo segnale di allerta. Qualora domani venisse violato il supporto a 22350-22300 punti l'indice potrebbe tornare rapidamente sui 22100 punti e successivamente anche a 22000. Al contrario in caso di nuovi rialzi i primissimi ostacoli transitano in area 22450 punti e successivamente a 22510 punti. L'eventuale rottura di questo livello dovrebbe proiettare l'indice attorno ai 22700 punti. 

Nessun commento:

Posta un commento