venerdì 1 luglio 2011

Arriva la riforma ma il primo giudizio non è positivo



ll Consiglio dei ministri, al termine di una seduta fiume, interrotta per una mezz'ora per consentire di superare i nodi dei tagli ai costi della politica , ha varato la nuova manovra finanziaria fino al 2014 per un valore complessivo di 47 miliardi di euro. Ma i tagli maggiori sono spostati al prossimo biennio (20 miliardi l'anno per il 2013 e per il 2014) mentre per il 2011 la sforbiciata sarà solo di 1,5 miliardi di euro e per il 2012 di 5,5 miliardi di euro. 
Ecco in breve i punti principali della riforma:

Irpef: L'irpef cambierà volto con tre nuove aliquote (20%, 30%, 40%) che andranno a sostituire le attuali cinque.  

Irap: Viene confermata la graduale abolizione dell'Irap con prioritaria esclusione dalla base imponibile del costo del lavoro, l'introduzione di un'imposta sui servizi che accorperà l'imposta di registro, le ipotecarie e catastali, il bollo, la tassa sulle concessioni governative e quella sui contratti di borsa, l'imposta sulle assicurazioni e sugli intrattenimenti. La struttura fiscale sarà in sostanza assicurata da cinque grandi imposte: Irpef, Ires, imposta sui servizi, Iva e Irap fino alla sua abolizione.

Luce e Gas: Taglio del 30% sugli incentivi sulle bollette di  luce e gas

Ticket sanitario: Misure di compartecipazione sui farmaci dal 2014 e parte dello sfondamento della spesa farmaceutica ospedaliera, in continuo aumento negli ultimi anni, a carico delle aziende del farmaco. Dal 2014, per "assicurare, nel rispetto del principio di equilibrio finanziario, l’appropriatezza, l’efficacia e l’economicità delle prestazioni", scatteranno "misure di compartecipazione sull’assistenza farmaceutica e sulle altre prestazioni erogate dal servizio sanitario nazionale, aggiuntive rispetto a quelle eventualmente già disposte dalle Regioni".

5 x mille alla cultura: nella dichiarazione del 2012 per i redditi del 2011, sarà possibile destinare il 5 x mille alla cultura. 

Visita fiscale: Stretta sulle assenze per i lavoratori pubblici; la visita fiscale verrà effettuata sin dal primo giorno di malattia. 

Pensioni donne: Salirà con tempi e modalità soft l'eta pensionabile delle donne del settore privato. Nel 2020 per andare in pensione ci vorranno 60 anni e un mese. I requisiti anagrafici saranno aumentati di due mesi a partire dal Gennaio 2021, per proseguire in modo progressivo fino all'ultimo scaglione del Gennaio 2032 quando ci vorranno 65 anni. 

Rendite Finanziarie: il prelievo sulle rendite finanziarie sarà innalzato al 20%, con esclusione dei titoli pubblici ed equivalenti. 

Imprenditoria giovanile: Tra le misure di sviluppo previste dalla manovra si annoverano interventi di fiscalità a favore dell'imprenditoria giovanile. 
Sgravio fiscale per le nuove imprese formate da giovani sotto i 35 anni : l'imposta sarà del 5% forfettaria per 5 anni. 

Election DayAccorpamento delle elezioni politiche ed amministrative, con esclusione però dei referendum. 

Enti locali: dal 2013 nessun taglio a quelli che rispetteranno il patto di stabilità interno nel triennio precedente e contrasteranno l'evasione fiscale. 

Orari di apertura esercizi commerciali: é previsto che nei comuni di interesse turistico e nelle città d'arte, in via sperimentale, gli esercizi commerciali non saranno più tenuti a rispettare gli orari di apertura e di chiusura, la chiusura domenicale e festiva e la mezza giornata di chiusura infrasettimanale. 

Finanziamento partiti: Un ulteriore taglio del 10% al finanziamento pubblico dei partiti

Superbollo per auto potenti: Il superbollo scatterà soltanto per le auto con oltre 225kw, pari a 301 cavalli. 

Riduzione auto e aerei blu: riduzione delle auto e degli aerei blu ( come si può vedere era proprio necessario ...) 



Produttività del lavoroper il 2012, sentite le parti sociali, è prevista una tassazione agevolata del reddito dei lavoratori collegato a incrementi di produttività.

Giustizia. Misure specifiche per la riduzione del contenzioso pendente. 

In particolare:
- obbligo di programmazione del lavoro per i capi degli uffici giudiziari
- semplificazione delle comunicazioni processuali
- semplificazione della decisione in grado di appello
- convenzioni per la formazione professionale dei giovani laureati nei tribunali come assistenti del giudice
- incentivi economici per gli uffici giudiziari più efficienti nella riduzione dell'arretrato
- misure specifiche per la riduzione e l'accelerazione del contenzioso. 


Complessivamente questa manovra ha alcuni aspetti positivi ( riduzione costi della politica, riduzione auto blu, imprenditoria giovanile, visita fiscale e 5 x mille alla cultura) ma ha anche enormi aspetti negativi ( tassazione del 20% delle rendite finanziarie, luce e gas , etc.). 

Su alcuni temi si poteva sicuramente fare di meglio, il superbollo per auto superiori a 300 cv mi sembra poco razionale. ( Personalmente avrei applicato il superbollo a tutte le auto superiori ai 180 cv o meglio a tutte le auto con emissioni inquinanti particolarmente elevate, come i Suv). Sull'election Day si poteva aggiungere tranquillamente anche il referendum ma come al solito il peso politico ha avuto il sopravvento sulla razionalizzazione dei costi. 

P.s. notizia di poco fa arrivano le stangate estive
Dal 1 luglio il prezzo della benzina e del diesel salirà  di 4,2 centesimi al litro per fronteggiare lo stato di emergenza umanitaria nel territorio nazionale (i profughi provenienti dalle zone di guerra) e per il finanziamento del Fondo unico dello spettacolo.
Per non farci mancare nulla, riviste al rialzo anche le tariffe energetiche: Energia elettrica +3,9% 
Gas +2%

  

Nessun commento:

Posta un commento