martedì 2 agosto 2011

Gli squali continuano ad affossare la Borsa di Milano


Continua la corsa verso il basso dell'indice di Milano Ftse Mib. A fine seduta l'indice di Milano ha accusato un calo superiore al 2,5% chiudendo a quota 17270 punti. I ribassi hanno colpito tutti i settori , da Fiat (-7%) a Tod's(-4%) al settore bancario (Intesa e Unicredit -5%) . Gli squali hanno colpito ancora una volta e questa volta sono riusciti a mandare a fondo anche alcuni comparti che in passato erano riusciti a difendersi dai vari attacchi speculativi. A dir poco preoccupante l'andamento dello spread tra titoli decennali italiani e titoli decennali tedeschi che ha raggiunto quest'oggi un nuovo record storico a quota 372 punti base ( massimo della seduta 384 punti base). 

Il rendimento del Btp decennale italiano ha toccato il 6,13% .....
Spero che domani il governo intervenga per sostenere il mercato italiano altrimenti la situazione potrebbe davvero diventare allarmante. 
Da un punto di vista grafico c'è da segnalare che l'indice italiano si è riportato sui minimi degli ultimi 3 anni, e la rottura dei minimi precedenti potrebbe riportare l'indice sui 15000 punti nelle prossime settimane... A fine settimana analizzerò a fondo la situazione grafica di breve e lungo periodo ma a parte un forte ipervenduto non ci sono molti segnali rialzisti.... speriamo bene....

Nessun commento:

Posta un commento