mercoledì 12 ottobre 2011

Milano sfonda anche i 16500: Ftse Mib +2,93%


Continua a tutta forza il recupero della borsa di Milano che quest'oggi archivia la seduta con un ottimo +2,93% a quota 16505 punti. A svettare sul listino il comparto industriale ( Fiat Auto + 7,8% e Fiat industrial +6,2%, Saipem +5,4%, Telecom + 5%) e quello bancario (Intesa San Paolo +5% , Unicredit +2,3%).
Graficamente si può notare come il downtrend estivo si sia concluso attorno al 23-26 settembre quando il Ftse Mib dopo aver toccato i 13100 punti ha violato al rialzo la trendline ribassista (disegnata in rosso) per recuperare rapidamente terreno nelle successive sedute. Dopo un rapido ritorno delle quotazioni (in gergo tecnico, Pullback delle quotazioni sulla trendline precedente) attorno ai 14100 punti l'indice ha intrapreso un nuovo trend rialzista che gli ha permesso di recuperare quasi 3500 punti dai minimi in soli 20 giorni. 
A questo punto si aprono due scenari: da una parte il Ftse Mib potrebbe continuare questo recupero con target di 16750-16800 punti e successivamente 17000 punti entro due-tre giorni di contrattazione.
L'altro scenario invece prevede una rapida correzione in area 15500 punti e forse anche 15200 punti a causa dell'elevato livello di ipercomprato raggiunto dai vari oscillatori. Osservando infatti il momentum a 7 giorni si può notare che quest'oggi è arrivato a segnare un livello superiore ai 2000 punti, valore estremamente raro che potrebbe innescare delle discrete prese di beneficio già a partire da domani mattina. 


Nessun commento:

Posta un commento