giovedì 15 dicembre 2011

Milano rimbalza : Ftse Mib +1,37%


Dopo il crollo di ieri le borse europee hanno tentato un timido rimbalzo e alla fine sono riuscite a chiudere in territorio positivo dopo ben 3 giorni consecutivi di calo. A fine seduta il Ftse Mib è stato il miglior indice europeo mettendo a segno un rialzo dell’1,37% a quota 14627 punti.


Da un punto di vista macroeconomico va segnalato il calo dello spread con i titoli decennali tedeschi a quota 463 punti ( dopo un massimo di 496 punti registrato in mattinata). In deciso calo anche il rendimento dei titoli a 10 anni italiani (sceso al 6,57%) e a 5 anni (6,38%); ben consistente è stato il calo del rendimento dei titoli a 2 anni (al 5,54%). Tale aspetto va sottolineato, in quanto un calo dei rendimenti dei titoli a breve indica indirettamente un ritorno della fiducia degli investitori nei confronti dell’Italia. Non a caso i titoli di stato a 1 anno emessi nel “BOT DAY” stanno mostrando un’ottima richiesta in questi primi giorni (con volumi e prezzi crescenti) anche sul mercato secondario confermando che qualcosa sta cambiando sul fronte della fiducia internazionale sui conti italiani.


Da un punto di vista grafico la situazione del listino milanese Ftse Mib appare ancora molto complicata. La rottura dei 14800 punti nella seduta di ieri ha innescato delle violente perdite che hanno riportato l’indice sull’importante supporto dei 14400 punti. Da questo livello i prezzi sono tornati a salire per attestarsi ai 14627 punti della chiusura. Probabile domani un ulteriore allungo verso quota 14800 punti ed eventualmente a 15000 punti. Al contrario, in caso di ribassi dovremo attenderci un rapido ritorno in area 14400 punti. L’eventuale rottura di questo livello, se accompagnata da grandi volumi, potrebbe rappresentare un chiaro segnale di allerta che spingerebbe il Ftse Mib verso l’ulteriore supporto dei 14200 punti ed eventualmente a 14000 punti. 

Da un punto di vista generale la volatilità rimarrà ancora elevata nelle prossime sedute e le strategie di investimento dovranno essere molto accurate in tal senso, inserendo degli opportuni take profit sulle resistenze chiave e degli stop loss appena al di sotto i supporti individuati anche perchè le trendline ribassiste sia di breve che di lungo periodo sono rimaste intatte.

1 commento:

  1. I am really happy to glance at this blog posts which
    carries plenty of helpful information, thanks for providing these kinds of statistics.


    Feel free to surf to my webpage :: best registry cleaners

    RispondiElimina